COREA DEL SUD: cosa sapere prima di partire

Eccoci arrivati in uno dei paesi che ci ha rubato un bel pezzetto di cuore durante il nostro primo anno di viaggio: la Corea del Sud. Abbiamo trascorso più di un mese qui, perlopiù distribuito tra le grandi città del paese. In particolare ci siamo follemente innamoratI della capitale, Seoul: un mix perfetto di storia, modernità e tradizioni, ma di questo parleremo in un secondo momento. Sono tante ormai le cose che si conoscono di questo paese, dopo l’esplosione del k-pop e delle serie tv coreane, ma ciò che vi stupirà della Korea  è innanzitutto l’efficenza dei suoi servizi e l’atmosfera che respirerete, le tradizioni e la gentilezza delle persone, l’amore per il cibo e la voglia dei coreani di divertirsi, anche la loro leggerezza, tipica di un paese che ormai da diversi anni si trova al centro di un eclatante boom economico.

Di questo e di tanto altro parleremo in questa sezione del blog, ma oggi partiamo dalle basi, iniziamo quindi con tutte le informazioni basilari che occorre sapere per organizzare un viaggio in questo bellissimo paese.

Partiamo!

PASSAPORTO

Ovviamente è necessario, con almeno tre mesi di validità residua.

VISTO D’INGRESSO

Non è necessario il visto di ingresso per soggiorni inferiori a 90 giorni. Dal 1 aprile 2023, e fino al 31 dicembre 2024, è sospeso l’obbligo del K-ETA, autorizzazione di viaggio elettronica per la Corea. Ciò significa che basterà compilare la richiesta di entrata che vi daranno sull’aereo e consegnarla all’immigrazione. Per eventuali aggiornamenti consultate sempre il sito viaggiare sicuri.

GREENPASS E VACCINAZIONI

Sono state revocate tutte misure di restrizione all’ingresso legate al Covid-19: si consiglia, tuttavia, di registrare le proprie informazioni sanitarie nel sistema “Q-Code“, prima della partenza, in modo da beneficiare di una procedura semplificata all’arrivo all’aeroporto di Incheon (Seoul). In alternativa vi basterà compilare una sorta di autodichiarazione che vi consegneranno a bordo in cui certificate le vostre condizioni mediche.

Non sono necessarie specifiche vaccinazioni.
Previo parere medico, valutate l’opportunità di procedere alla vaccinazione contro l’epatite virale tipo B e contro l’encefalopatia giapponese (questa solo per i bambini) talvolta presente durante la stagione delle piogge (estate) e alla vaccinazione contro il tifo.

QUANDO ANDARE IN COREA DEL SUD

La primavera è senza dubbio la stagione migliore per un viaggio in Corea del Sud, in particolare i mesi di aprile e maggio. In alternativa anche l’autunno è un buon periodo per visitare il paese.

Il clima qui è di tipo temperato-monsonico, caratterizzato da inverni lunghi, freddi e secchi: il mese di gennaio è il più freddo dell’anno con temperature medie minime che scendono sotto lo zero, con massime intorno a 1/2 gradi. Le estati sono invece brevi, calde e molto umide. Non dimenticatevi della stagione delle piogge che inizia alla fine di giugno e termina all’inizio di settembre. I mesi più piovosi sono luglio e agosto, con il rischio concreto di tifoni. Tenetelo in considerazione ma sappiate che le Autorità coreane sono molto previdenti e comunicano costantemente con la popolazione per aggiornare su eventuali rischi o misure cautelative di qualsiasi tipo. Preparatevi quindi a ricevere giornalmente informazioni da parte delle autorità tramite SMS (vi consigliamo di tradurli per rimanere sempre informati). 

ASSICURAZIONE MEDICA

La situazione sanitaria è in generale molto buona nel Paese, con personale medico competente, soprattutto nelle principali città coreane. Alcune strutture ospedaliere, specie nelle grandi città, sono anche dotate di cliniche internazionali, con personale medico e paramedico che parla la lingua inglese e/o altre lingue straniere. I costi di ricovero ospedaliero per i cittadini stranieri sono elevati; si raccomanda pertanto di stipulare una polizza assicurativa prima di recarsi nel Paese.

MONETA LOCALE E PAGAMENTI

La moneta locale è il Won, con un 1 euro = 1425 Won. 

La Corea è un paese molto moderno e all’avanguardia e praticamente ovunque avrete la possibilità di pagare con la carta di credito. Vi consigliamo di verificare prima della partenza se la vostra carta di debito (bancomat) sia abilitata per operazioni extraeuropee, inoltre informate la banca stessa per non rischiare che la carta venga bloccata. In alternativa optate per una carta prepagata, a nostro parere la soluzione migliore quando si viaggia all’estero sia per una questione di commissioni (generalmente inferiori) sia per una questione di sicurezza. Tuttavia, se visitate luoghi come i mercati tradizionali o gli street food portatevi sempre dietro del contante perchè in quel caso vi servirà.

SIM TELEFONICA E VPN

Come sempre consigliamo l’acquisto di una sim telefonica, fisica o e-sim è indifferente, nonostante in molti locali e in tutti gli alloggi sia disponibile il servizio di wifi (linea velocissima). La connessione può aiutarvi specialmente per orientarvi in città e negli spostamenti. Potete acquistarla con facilità direttamente in aeroporto, anche se in genere è leggermente più cara rispetto alla città, ma parliamo comunque di un costo gestibile. Noi per comodità abbiamo acquistato la sim in aeroporto e per 30 giorni con dati illimitati abbiamo speso circa 30 euro. Troverete le stesse sim con differenti durate (7, 15 e 21 giorni). Vi consigliamo, infine, l’acquisto di una VPN a protezione dei vostri dati e da possibili tentativi di fishing.

LA LINGUA

Allora, qua apriamo un piccolo discorso sul grande assente del nostro viaggio in Korea: l’inglese. Nelle grandi città troverete la maggior parte delle indicazioni anche nei caratteri latini (i nostri) e spesso, soprattutto nei luoghi turistici, troverete i menù dei ristoranti tradotti in inglese. Ma in generale non troverete molte persone che parlano inglese e se vi addentrate in luoghi non così mainstream e nei quartieri meno famosi potreste avere qualche difficoltà. A questo proposito parleremo nel prossimo paragrafo di alcune app che possono esservi utili per ovviare alla barriera linguistica. In alternativa potrete contare sulla grande gentilezza e disponibilità del popolo coreano, che sarà sempre disponibile nel darvi una mano..una caratteristica che ci ha davvero colpito positivamente e a cui noi non sempre siamo abituati. 

APP UTILI

Ecco qualche applicazione che può essere utile avere sul vostro smartphone:

  • Papago / Google traduttore: indispensabili se vi trovate in negozi/ristoranti che non hanno le scritte nei caratteri latini. Aspettatevi le traduzioni più bizzarre e spesso, soprattutto nei ristoranti, vi consiglio di affidarvi alle immagini dei menù (menomale che la cucina coreana è squisita, ma dobbiamo ammettere che non sempre eravamo consapevoli di cosa stessimo mangiando!). Se siete pratici con l’inglese, potete provare la traduzione dal coreano all’inglese, in genere leggermente più precisa.
  • Naver Map: questa app è fondamentale, specialmente perchè Google Maps qui non funziona. E’ un’app super efficiente per consentirvi di orientarvi in città e tracciare itinerari da un posto all’altro utilizzando il trasporto locale. Comodissima se si utilizza la metro.
  • Uber / Kakao taxi: il servizio Uber è disponibile nelle grandi città come Seoul e Busan, così come il servizio taxi, i quali non sono particolarmente costosi e si trovano tranquillamente in giro per la città. In alternativa potete usufruire dall’app Kakao taxi per prenotare le vostre corse (in questo caso vi occorrerà una sim locale). Se utilizzate queste soluzioni ricordatevi di avere sempre con voi una traduzione in coreano dell’indirizzo di destinazione, la ottenete facilmente su Google. Sono servizi utili specialmente in città quando la metropolitana è chiusa (mediamente da mezzanotte alle cinque del mattino), se siete stanchi o se dovete fare lunghi tragitti, ma ricordatevi che il traffico, soprattutto a Seoul, è intenso, in quasi tutte le ore del giorno. Al contrario la metropolitana e i mezzi pubblici sono puliti, economici ed efficienti, ma di questo parleremo nel dettaglio nei prossimi articoli.

PRESE ELETTRICHE

Per quanto riguarda le prese elettriche ottime notizie, perché se viaggiate in Corea del Sud non vi serviranno adattatori. La presa elettrica è la stessa italiana e il voltaggio è 220, come da noi, quindi potrete tranquillamente usare e caricare i vostri dispositivi elettrici.

TRASPORTI

Un’ultima nota la dedichiamo ai trasporti, che siano urbani o di collegamento tra le varie città del paese. Efficienti, puntuali, puliti e non eccessivamente costosi, un servizio davvero di alto livello. Tutti notevoli punti di forza che vi permetteranno di visitare le grandi città in piena autonomia e libertà, senza incorrere in particolari difficoltà. Se siete a Seoul e volete visitare la seconda città più grande del paese, Busan, non perdetevi l’opportunità di raggiungerla con il famoso Bullet Train, i famosi treni veloci che in meno di tre ore vi porteranno dall’altra parte del paese ad un costo decisamente abbordabile (circa 45 euro). In alternativa al treno ci sono diversi aeroporti nel paese e i voli interni non sono particolarmente costosi. Se prevedete da Seoul una mini tappa sull’isola di Jeju (consigliata!) per comodità vi consiglio un volo interno dal secondo aeroporto di Seoul, Gimpo, molto più vicino alla città rispetto a Incheon, distante circa 40 chilometri. Gimpo è facilmente raggiungibile con la metropolitana, linee 5 e 9, mentre per Incheon vi consiglio il treno che parte dalla stazione centrale di Seoul, Incheon Express, che impiega all’incirca trenta minuti.

Bene! Questi sono i primi consigli utili da sapere per organizzare al meglio un viaggio in Corea del Sud. Nei prossimi articoli entreremo nel vivo e parleremo della cucina coreana, un elemento centrale della loro cultura, e delle due grandi città in cui abbiamo passato più tempo: la stupenda Seoul e Busan. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Se non li avete ancora visti, seguite le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungeteci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *