Tokyo è una città incredibile: eclettica, ricca di storia, palazzi imperiali, santuari e templi, ma soprattutto grattacieli, insegne luminose e quartieri futuristici. E’ una città che conserva la sua tradizione ma è anche dinamica e frizzante, ricca di negozi, ristoranti e locali. Per non parlare dei famosi karaoke, i bar a tema, le sale giochi e i pachinko, onnipresenti. E’ una città sconvolgente, un vero pugno nello stomaco: si ama o si odia ma una cosa è certa, è difficile rimanere impassibili di fronte al suo fascino, ai suoi contrasti, alla sua unicità. Tokyo inoltre è una macchina perfetta: la sua area metropolitana è la più estesa al mondo e conta 41 milioni di abitanti, eppure l’efficienza dei trasporti e dei servizi vi lascerà senza parole. 

Organizzare un viaggio nella capitale giapponese non è semplice ma neanche impossibile: ecco di seguito tutto ciò che vi serve sapere per organizzare al meglio il vostro viaggio in una delle città più belle e pazze del mondo. 

COME ARRIVARE A TOKYO

ATTERRARE A TOKYO

Tokyo è servita da due grandi aeroporti: l’aeroporto internazionale di Narita, in cui atterrano la maggior parte dei voli internazionali e che dista circa 70 km dalla città, e l’aeroporto di Haneda, più vicino, a meno di 30 minuti a sud dal centro di Tokyo.

Vediamo nel dettaglio come raggiungere la città in base all’aeroporto di arrivo.

Dall’aeroporto di Narita

Innanzitutto è importante sapere in anticipo in quale zona avete deciso di soggiornare e in base a quello decidere tra le due alternative più gettonate. 

Narita Express

Il primo treno che vi porta in città è il Narita Express, un treno della società JR che raggiunge le importanti stazioni di Tokyo, Shinjuku, Shibuya e Ikebukuro. Quindi vi consigliamo questa soluzione se il vostro alloggio si trova in zone limitrofe a queste stazioni. Il costo del biglietto è di circa 3000 yen. La durata del viaggio è di 55 minuti per arrivare a Tokyo, 83 minuti per Shinjuku. In aeroporto raggiungete i binari una volta usciti dagli arrivi: trovate delle scale mobili e tutte le indicazioni per gli sportelli e le biglietterie JR. Troverete inoltre molto personale preparato e gentile, pronto ad aiutarvi in caso di necessità. 

Keisei Skyliner

La seconda alternativa è operata dalla società Keisei, con un treno veloce che porta da Narita fino alla stazione di Nippori, vicino a Ueno. Da Nippori potrete prendere la Yamanote Line e raggiungere la maggior parte delle zone della città. La durata del tragitto è di soli 36 minuti. Ottimo per chi alloggia nella zona Ueno o nella vicina Asakusa. Il costo è di 2470 yen a tratta.

Dall’aeroporto di Haneda

In questo caso è sufficiente prendere la monorotaia che in 15 minuti collega l’aeroporto alla stazione Hamamatsucho; da lì troverete la Yamanote Line con la quale raggiungere le maggiori stazioni della città. Il costo del biglietto è di 490 yen.

La linea ferroviaria Keikyu, invece, collega l’aeroporto di Haneda alla stazione Shinagawa, la stazione da cui partono gli Shinkansen, utile se avete intenzione di visitare altre città prima di Tokyo. E’ collegata inoltre alla linea metropolitana Asakusa Subway Line che raggiunge importanti città come la vicina Yokohama. Il biglietto fino a Shinagawa costa 410 yen.

Altre opzioni valide per entrambi gli scali sono i Limousine Bus, più lenti e non particolarmente economici, o i comuni taxi, ma anche in questo caso non si tratta di un’opzione particolarmente conveniente. 

DALLE ALTRE CITTA’ DEL GIAPPONE

Se invece Tokyo non è la prima tappa del vostro viaggio, ecco qualche informazione su come raggiungerla dalle più importanti città del Giappone. Consigliamo sempre di utilizzare il treno per gli spostamenti interni, una spesa importante ma ammortizzata se acquistate il Japan Rail Pass e comunque valida per la qualità e l’efficenza della rete ferroviaria giapponese.  

Da Kyoto: Se siete a Kyoto, il modo migliore per andare a Tokyo è senza dubbio il treno shinkansen. Il viaggio dura poco più di due ore e la tratta è coperta dal Japan Rail Pass. Le stazioni di Tokyo in cui arriva lo Shinkansen sono la Shinagawa e Tokyo.

Da Osaka: le due città sono collegate dalla linea Tokaido Shinkansen; la durata del viaggio è di circa 3 ore.

Da Kanazawa: potete raggiungere Tokyo partendo da Kanazawa in circa tre ore utilizzando la linea JR Hokuriku. Inclusa nel Japan Rail Pass.

Da Hiroshima: Tokyo dista circa 800 chilometri da Hiroshima; utilizzando lo Shinkansen si impiegano circa quattro ore.

Se volete risparmiare ma allungare i tempi di viaggio, da tutte le città potete optare per gli autobus, più economici ma decisamente più lenti. E’ una soluzione che non consigliamo, ma se optate per questa valutate di prendere una corsa notturna: potrete riposare durante il viaggio e risparmiare i soldi di una notte in hotel.

DOVE DORMIRE

Una delle cose da scegliere con particolare attenzione è proprio il posto in cui dormire. Che siano alberghi scelti su Booking o appartamenti su Airbnb preparatevi a spazi piccoli e stretti..siamo sempre in Giappone e siamo in una delle città più popolate al mondo, le case strette sono una particolarità non sempre facile a cui abituarsi..prendetela con filosofia e in pochi giorni vi abituerete, state tranquilli.

La prima trappola in cui non cadere riguarda la stazione Tokyo: nella maggior parte delle città la zona della stazione centrale è sempre un buon punto d’appoggio perchè si trova a poca distanza dal centro. Il problema è che a Tokyo non esiste un vero e proprio centro, bensì tanti quartieri, ognuno con le proprie caratteristiche e peculiarità. Ognuno di essi, infatti, è considerato una città a tutti gli effetti e le loro diversità fanno parte dell’incredibile fascino di Tokyo.

Un ultimo avvertimento prima di entrare nel dettaglio dei quartieri consigliati: scegliete una struttura che sia vicino a una stazione della metropolitana. Entreremo nel dettaglio dei mezzi che userete in città, ma vi anticipiamo che senza ombra di dubbio sarà la metropolitana il mezzo più utilizzato, per cui avere una stazione vicina è di fondamentale importanza. Non sottovalutate questa informazione. 

Ora vediamo nel dettaglio i quartieri consigliati.

Shinjuku

E’ considerata la zona più vivace e iconica della città. Quando si pensa a Tokyo si pensa a Shinjuku. Ne parleremo nel dettaglio ma questa è certamente la zona più frizzante della città, ricca di locali, grattacieli e divertimenti. Inoltre Shinjuku è collegato ottimamente con tutta Tokyo: la sua stazione, infatti, con più di due milioni di passeggeri al giorno, è tra le più trafficate al mondo! Siete vicinissimi a Harajuku, Shibuya, Ikebukuro, facilmente raggiungibili tutti i quartieri sulla Chuo Line, a 20 minuti di treno da Akihabara (Sobu line) e poco di più da Ueno e Asakusa.
Shinjuku è una delle zone che consigliamo spesso, l’importante è che l’hotel sia vicino a una stazione comoda.

I vantaggi di scegliere questa zona, quindi, sono evidenti: zona centrale e frizzante, spostamenti comodi, tanti locali e servizi. C’è anche qualche contro, ovvero il fatto che in alcuni momenti della giornata sia davvero davvero affollata. Valutate nella vostra scelta tutte queste informazioni e stabilite se Shinjuku fa al caso vostro. Noi siamo stati più di dieci giorni a Tokyo e non abbiamo scelto Shinjuku come base, bensì una sistemazione vicino a una stazione della metropolitana a circa 20 minuti da qui. Nel nostro caso è stato una scelta vincente, Shinjuku sarebbe stato troppo per noi! L’abbiamo vissuta “a breve distanza” ed è stato un ottimo compromesso.

Consiglio! Se volete evitare l’affollatissima stazione di Shinjuku optate per stazioni vicine ma più piccole come Nishi-Shinjuku Gochome, Tochomae, Shinjuku-Sanchome, Shinjuku-gyoenmae.

Shibuya

Il vicino quartiere Shibuya è un’altra buona soluzione, ma non dispone di molte strutture. Inoltre gli alberghi non sono particolarmente economici per cui questa scelta dipende molto dal vostro budget. Attrazioni, negozi e ristoranti non mancano neanche qui, ed essendo vicina a Shinjuku anche Shibuya è un buon punto di partenza per gli spostamenti. 

Ikebukuro

Molto simile a Shibuya per le sue caratteristiche (vita frizzante e buoni collegamenti) ma, al contrario del primo, a Ikebukuro potete trovare anche soluzioni economiche. Noi abbiamo soggiornato in questa zona e l’abbiamo trovata un ottimo compromesso tra vivacità, comodità e tranquillità.

Ueno e Asakusa

Se la vita notturna non è ciò che cercate, potete prendere in considerazione Ueno e Asakusa. Intendiamoci, a Tokyo non esistono luoghi poco vivaci e pittoresci, chiaro è che in confronto a Shinjuku, questi quartieri sono ottime soluzione se preferite andare in giro soprattutto di giorno e non fare tardi la sera. Questi quartieri sono più tranquilli, lontani dal caos e tradizionali, ma anche qui negozi, locali e ristoranti tipici non mancano.
Sono entrambi ben collegati alle altre zone, a pochi minuti da Akihabara e Ginza, ma un pò distanti da Shijuku (circa 30 minuti di treno). Ueno, inoltre, è servito dalla Yamanote Line.

Queste sono le indicazioni che ci sentiamo di darvi nella scelta, ma molto dipende dalle disponibilità e dal budget a disposizione. L’importante è che la vostra scelta ricada su una struttura vicina a una stazione della metro o, meglio ancora, della Yamanote Line: tutto il resto è importante, ma secondario.

COME MUOVERSI

Tokyo è una delle città più grandi al mondo e il sistema di trasporti è vasto e capillare. Occorre pianificare in anticipo ciò che si vuole vedere e programmare gli spostamenti, per evitare di perdere troppo tempo e ottimizzare i costi. Può sembrare difficile ma con un pò di preparazione non avrete problemi a spostarvi tra un quartiere e l’altro; ne parleremo nel dettaglio più avanti.

Prima di entrare nel dettaglio un ultimo consiglio: se avete in programma più tappe in Giappone e avete acquistato il Japan Rail Pass, non conviene attivarlo nei giorni in cui starete a Tokyo, bensì aspettate di effettuare il primo grande spostamento interno, in modo da non sprecare giorni utili e godere dei suoi vantaggi nel momento più opportuno. 

La metropolitana

La rete della metropolitana di Tokyo è molto estesa e capillare, ed è il mezzo che consigliamo per raggiungere in modo efficace qualsiasi punto della città. La metropolitana apre intorno alle 5 del mattino mentre l’ultima corsa in settimana è all’una di notte, nei weekend a mezzanotte. E’ consigliabile evitare gli orari di punta (dalle 8 alle 9 e dalle 18 alle 19 nei giorni feriali) quando i vagoni sono molto affollati. Un viaggio in metro è anche piuttosto economico, con una tariffa base che varia a seconda del numero di fermate da fare (da 170 yen in su). Se decidete di utilizzare i biglietti a tratta singola, non preoccupatevi troppo se sbagliate a fare i calcoli e prendete un biglietto con un valore nominale minore rispetto al vostro tragitto: prima di uscire dai tornelli esistono le macchinette per correggere l’importo della tratta, le cosiddette “Fare adjustment machine”; una volta inserito il vostro biglietto, viene calcolata la cifra mancante, pagate e vi verrà emesso un nuovo biglietto valido per l’uscita. Portate sempre con voi dei contanti da utilizzare alle macchinette.

Per orientarvi al meglio scaricate sul vostro smartphone l’app Tokyo Metro, per consultare i percorsi aggiornati: inserendo la stazione della metro di partenza e quella di arrivo, l’app vi restituisce il percorso da fare, specificando le linee e le stazioni di cambio.

Se volete evitare di fare il biglietto ogni volta, vi consigliamo di acquistare la tessera prepagata Suica o Pasmo, utili per pagare le tratte dei mezzi pubblici quali bus e metropolitane, per comprare alle macchinette automatiche che si trovano ovunque in città, per gli acquisti fatti nei negozi BIC Camera e Yodobashi Camera e nei combini più famosi (7Eleven, FamilyMart e Ministop). E’ possibile utilizzarle anche su alcuni Taxi, per pagare il deposito dei bagagli nei Coin Locker ed in alcuni ristoranti. 

Potete acquistarle direttamente alle macchinette automatiche nelle varie stazioni, in cui è possibile anche ricaricarle. 

La ricarica è semplice e veloce: inserite la tessera nel distributore e visualizzate il credito residuo; indicate l’importo che volete ricaricare e inserite il contante.

Queste carte sono compatibili anche con altre città del Giappone: una volta acquistate a Tokyo, per esempio, le potrete utilizzare anche a Osaka. 

La Yamanote Line

La Yamanote Line è una linea ferroviaria del gruppo JR che collega le stazioni più importanti di tutta la città attraverso un percorso circolare di circa un’ora. La frequenza dei treni è ogni 2/4 minuti per direzione. E’ molto semplice riconoscere questa linea perchè sulle mappe è indicata col colore verde come i suoi treni e il percorso circolare la rende diversa dalle altre. Come detto questa linea vi permette di raggiungere le principali stazioni di Tokyo, ma badate bene, non tutte le zone più famose, come ad esempio il mercato del pesce di Toyosu (consigliassimo visitarlo ma ne parleremo). Inoltre non sempre è la linea più indicata e più veloce: per esempio la Sobu Line, che collega anch’essa le stazioni di Shinjuku e Akihabara, impiega circa la metà del tempo. Nella pianificazione dei percorsi da fare con la metro l’applicazione che vi abbiamo consigliato prima è stata provvidenziale.

Gli autobus

Come in tutte le città del mondo troverete molte linee di autobus, ma i treni e la metro rimangono i mezzi migliori da utilizzare a Tokyo. Se durante il vostro viaggio vi spostate in altre città del Giappone e volete risparmiare, valutate gli autobus notturni che partono dalla stazione di Tokyo- uscita Yaesu.

I taxi

I taxi sono presenti sia fuori dalle stazioni sia nelle zone più frequentate, oppure potete fermare un taxi in corsa semplicemente facendo un gesto (i taxi liberi hanno una luce rossa accesa sul cruscotto, verde se sono occupati). Come in tutte le città del mondo i taxi non sono particolarmente economici, per cui vi consigliamo di utilizzarli solo se strettamente necessario o se non avete alternative.
Le portiere dei taxi giapponesi, tenetelo a mente, si aprono e chiudono da sole perciò evitate di aprirle voi, potreste danneggiare il meccanismo. Per quanto riguarda i bagagli, i tassisti sono in genere molto gentili e si occuperanno loro di riporli nel bagagliaio: attenetevi a questo a meno di indicazioni diverse da parte del tassista stesso. Ricordatevi di avere sempre con voi una traduzione in giapponese dell’indirizzo di destinazione perchè i tassisti raramente parlano lingue diverse dal giapponese.

COSA VEDERE

L’indicazione più importante che vorremmo darvi prima di entrare nel dettaglio è semplicemente di camminare e vivere i quartieri e le zone che decidete di visitare. Tokyo è letteralmente un mondo a parte, un unicum nel Giappone e nel mondo, per cui qualsiasi cosa vedrete sarà strana e affascinante allo stesso tempo. Ci sono dei posti da non perdere, e di questi parleremo nelle prossime righe, ma la vera bellezza di Tokyo è nascosta un pò ovunque, soprattutto nelle piccole cose.

SHINJUKU

Shinjuku è senza dubbio il quartiere più rappresentativo di Tokyo: quando si pensa a Tokyo si pensa a Shinjuku. Grattacieli, negozi, locali, ristoranti, vita notturna..qui non manca proprio nulla. E’ il cuore pulsante della città e una delle zone più affollate e frizzanti. Nonostante l’anima caotica e commerciale anche qui si possono trascorrere momenti di relax e tranquillità.

Cosa vedere a Shinjuku

Kabukicho: è il quartiere a luci rosse, famoso per la vita notturna, fatto di sale da gioco pachinko, bar, ristoranti, love hotel. Non si tratta di un quartiere pericoloso ma piuttosto peculiare e caratteristico. Passeggiando tra le vie illuminate da insegne di tutti i tipi non potrà sfuggirvi la famosa “Testa di Godzilla”, che spunta tra i palazzi del complesso dell’Hotel Gracery.

Golden Gai: all’interno di Kabukicho non perdetevi il Golden Gai, una zona con circa 200 bar minuscoli che ospitano dai cinque ai dieci clienti ciascuno, per lo più abituali. E’ un posto molto particolare, unico nel suo genere. Situato nella zona est di Shinjuku, per raggiungerlo bastano 5-10 minuti a piedi dalla stazione JR Shinjuku (uscita Est). Ogni locale ha i suoi orari, generalmente dalle 18/19 fino al mattino seguente; di solito rimangono chiusi la domenica.

Shinjuku Gyoen: a circa 10 minuti a piedi dalla stazione JR di Shinjuku (uscita New South Exit), questi giardini sono tra le aree verdi più belle della città. A pochi passi dal caos e dal frastuono questo posto vi trasporterà in un’altra dimensione e qui potrete rilassarvi e godervi la natura e un pò di pace. E’ aperto alle 9 alle 16:30 e l’ultimo ingresso è consentito mezz’ora prima della chiusura. Il parco è chiuso tutti i lunedì tranne nel periodo della fioritura dei ciliegi, momento in cui è sempre aperto. Chiusure programmate dal 29 dicembre al 2 gennaio compresi. Il biglietto d’ingresso ha un costo di 200 yen.

Tokyo Metropolitan Government Building: protagoniste indiscusse dello SkyLine di Shinjuku, le torri dell’edificio rappresentano uno dei simboli della città. Si tratta del Municipio di Tokyo ma è anche un osservatorio con ingresso gratuito per tutti coloro che vogliono avere una panoramica del quartiere e della città da un’altezza notevole. La torre Nord è aperta dalle 9:30 alle 23, mentre la Sud dalle 9:30 alle 17:30. Rimane aperta fino alle 23 i giorni in cui la torre Nord è chiusa.
L’ingresso è consentito fino a mezz’ora prima della chiusura. Il Tokyo Metropolitan Government Building è situato nella parte ovest di Shinjuku, in cui si concentrano gran parte dei grattacieli i quali ospitano uffici e hotel prestigiosi.

SHIBUYA

Shibuya è il quartiere dei giovani, caratterizzato da un’atmosfera vivace e frizzante a tutte le ore del giorno e della notte. Zona perfetta per lo shopping, per bere un caffè e divertirsi la sera nei numerosi locali, sale giochi e karaoke presenti. E’ il quartiere dei grattacieli e delle mille insegne led colorate che illuminano le strade e gli edifici. L’area più famosa e popolata si sviluppa vicino alla stazione, qui troverete i due simboli del quartiere: l’incrocio più trafficato al mondo, Shibuya crossing, circa 2000 persone lo attraversano ad ogni semaforo verde, e nella piazzetta a pochi passi dall’incrocio la statua del cane Hachiko, il cane famoso per la sua fedeltà commovente, divenuto celebre grazie all’omonimo film. Percorrete infine la Center Gai, la strada pedonale principale di Shibuya, piena di negozi di abbigliamento, accessori e videogiochi. 

IKEBUKURO

A nord di Shinjuku, Ikebukuro è molto simile a Shibuya per la tipologia di servizi che offre. Luogo adatto alla vita notturna, con locali, karaoke e sale giochi ad ogni angolo del quartiere. 

HARAJUKU

Situato tra Shinjuku e Shibuya, il piccolo quartiere di Harajuku è il cuore dei nuovi trend e della cultura giovanile. La famosa Takeshita dori ne è il fulcro nevralgico, ricca di negozi eccentrici che vendono abbigliamento e accessori di ogni genere. E’ anche il quartiere in cui è facile incontrare dei cosplayer, soprattutto durante il weekend. Proseguendo da Takeshita dori in direzione Shibuya vi imbatterete nell’ampio viale alberato Omotesando, ricco di eleganti negozi, boutique e caffetterie, definito gli “Champs-Elysees di Tokyo”. Ad Harajuku sorge inoltre uno dei principali polmoni verdi della città, molto amato dai turisti e dagli stessi giapponesi, lo Yoyogi Park. Non perdetevi una passeggiata in questa oasi di pace e visitate il famoso santuario di Meiji Jingu, uno dei più importanti di Tokyo. 

UENO 

Ueno è un quartiere molto tranquillo, un perfetto mix tra natura e cultura. Abbandoniamo per un’istante la frenesia dei quartieri precedenti per ritrovare una Tokyo più tradizionale, che conserva ancora i fasti dei tempi antichi. L’enorme Parco Ueno, polmone verde di Tokyo, è la star dell’omonimo quartiere, e qui si concentrano i principali punti d’interesse: il Museo Nazionale di Tokyo, il Museo di Arte Metropolitana, il Museo di Arte Occidentale e infine il Museo delle Scienze. Il parco è inoltre costellato da piccoli templi e santuari che insieme al lago Shinobazu e alla bellezza del parco stesso rendono l’atmosfera incantata e magica.

ASAKUSA

Rimaniamo nella parte più tradizionale della città, a pochi passi da Ueno. L’atmosfera del passato è la protagonista di queste vie facendoci scoprire il fascino della Tokyo antica. Il quartiere è ricco di storia e fascino, caratterizzato da templi, dimore antiche, piccole botteghe. Affacciato sulle rive del fiume Sumida, vicino al quale si estende l’omonimo parco, il quartiere ospita anche edifici più moderni e caratteristici dello Skyline della città, come il pittoresco palazzo della birra Asahi e la famosa Sky Tree Tower.

Cosa vedere a Asakusa

Tempio Senso-ji: è il tempio più antico e importante di Tokyo ed è il cuore di Asakusa. Di questo bellissimo tempio sono famose l’imponente pagoda e l’antica porta  Kaminarimon, un vero simbolo del posto. E’ un complesso interamente ricostruito dopo la Seconda Guerra Mondiale, che però conserva ancora il lustro e il fascino dei tempi antichi. Gli interni del tempio sono aperti dalle 6 alle 17 mentre la zona circostante è sempre aperta ai visitatori. 

Nakamise Dori: per arrivare al Sensoji Temple percorrete la Nakamise Dori, una strada lunga circa 250 metri in cui troverete stand e negozietti di ogni tipo, in cui acquistare souvenir e ricordi, ma anche snack e dolcetti locali. 

Tokyo Sky Tree: con i suoi 634 metri di altezza è la seconda torre più alta al mondo, preceduta solo dal Burj  Khalifa di Dubai. E’ uno dei simboli della città e un’occasione unica per vedere dall’alto una delle città più grandi del mondo. Ci sono due osservatori che vi permettono di godere di panorami mozzafiato, di seguito qualche indicazione utile per organizzare la visita.

Orari: dalle 10 alle 20; ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Costo biglietto: Per l’osservatorio a 350 metri: 2100 Yen (2300 Yen nei festivi). Per entrambi gli osservatori: 3100 Yen (3400 Yen nei festivi).

Vi consigliamo di acquistare anticipatamente il biglietto sul sito dedicato. 

AKIHABARA

Akihabara è il quartiere dell’elettronica e dei manga. Grattacieli pieni di locali, grandi catene di negozi di elettronica, oggi affiancati da tanti negozi specializzati che vendono ogni genere di prodotto legato a manga e anime. A questo proposito non perdetevi una visita a Mandarake, il negozio di anime e manga più grande al mondo. Ce ne sono diversi in città e all’interno trovate manga, videogiochi, CD, modellini vari, giocattoli e molto altro. 

Il colosso dell’elettronica Yodobashi Camera possiede ad Akihabara Yodobashi Akiba, la prima sede della catena e anche la più grande. Un intero palazzo dedicato a qualsiasi genere di prodotto nel campo dell’elettronica: fotocamere, elettrodomestici, musica, videogiochi, e molto molto altro. Una visita in uno di questi negozi è necessaria, se non altro per comprendere fino in fondo l’amore dei giapponesi verso qualsiasi oggetto di elettronica esistente al mondo. 

Famosi in questo quartiere, ma non solo, i Maid Cafè sono dei locali a tema molto particolari, in cui le cameriere servono la clientela indossando abiti fatti di pizzi e merletti ispirati alle donne del passato. Sono molto gentili e cortesi e durante la vostra permanenza si prenderanno letteralmente cura di voi. Entrate e prendete qualcosa da bere: noi l’abbiamo fatto e devo dire che è stata un’esperienza abbastanza strana, ma da fare. 

ODAIBA 

Se volete trascorrere una giornata tranquilla e vedere Tokyo da un’altra prospettiva, Odaiba è il posto giusto per voi. Raggiungete quest’isola artificiale nella baia di Tokyo utilizzando la bellissima Yurikamome Line dalla stazione Shinbashi e godetevi le attrazioni del posto abbandonando per qualche ora i ritmi frenetici della città. Qui trovate un pò di tutto: edifici e grattacieli futuristici, aree verdi, centri commerciali, musei e parchi a tema..non manca proprio nulla. I giapponesi sanno sempre come sorprendere, infatti lungo la passeggiata che da sul mare troverete persino una riproduzione della Statua della Libertà.

Il Rainbow Bridge è il simbolo di questo quartiere e caratterizza il panorama che si ammira dall’isola: questo ponte collega l’isola al resto della città e diventa particolarmente suggestivo verso il tramonto , quando le luci sul ponte si accendono e l’atmosfera diventa magica. 

Passeggiando per Odaiba potrete ammirare tanti edifici futuristici e scenografici, uno dei più famosi e d’impatto è la sede della Fuji Television. Da vedere, infine, la celebre riproduzione del Gundam, che con un’altezza di quasi 20 metri domina l’ingresso del centro commerciale DiverCity. Non perdetevi uno dei frequenti momenti in cui il Gundam si anima compiendo diversi movimenti  e trasformandosi da un modello all’altro, con tanto di riproduzione di suoni e spettacolo di luci..Tokyo è anche questo!

TeamLab Planet

A Odaiba trovate anche il TeamLab, divenuto negli anni uno dei posti più famosi e fotografati di Tokyo. Si tratta di un museo con arte digitale, creato da un gruppo di artisti e creativi e aperto nel 2018. E’ composto da quattro sale, ognuna caratterizzata da particolari giochi di luce, specchi ed effetti che vi lasceranno a bocca aperta. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 22, ultimo ingresso consentito un’ora prima della chiusura. A seconda del giorno e dell’orario scelto potreste dover attendere un po’ in coda prima di accedere, soprattutto nel fine settimana. Il costo del biglietto è di 3800 yen e vi consigliamo di acquistarlo in anticipo direttamente sul sito del museo. 

TOYOSU MARKET

Il Toyosu Market è il mercato del pesce più grande al mondo e si trova a Toyosu, poco distante da Odaiba. Vi consigliamo pertanto di organizzare la visita di questi due posti imperdibili nello stesso giorno. Noto per la sua vasta selezione di pesce fresco e frutti di mare, ma soprattutto per la celebre asta del tonno, che si svolge tutti i giorni intorno all 5:30 del mattino. È un luogo pieno di fascino, che racconta molto degli usi e della cultura gastronomica del paese; inoltre, al piano superiore trovate una selezione di negozi e ristoranti. Inutile dirvi che qui abbiamo mangiato il miglior sushi della nostra vita. 

ROPPONGI 

Roppongi è un quartiere famoso per la presenza di numerosi bar, ristoranti e discoteche particolarmente frequentato da expat. In questa zona trovate inoltre molti musei e la famosa Tokyo Tower, sempre suggestiva e illuminata, soprattutto la sera, molto simile alla Tour Eiffel. Roppongi è un buon posto per rilassarsi e fare shopping, tuttavia se avete pochi giorni a disposizione non dedicategli troppo tempo poiché non si tratta di uno dei quartieri più rappresentativi e caratteristici della città.

GINZA

Un concentrato di negozi di lusso, boutique di alta moda in palazzi eleganti, Ginza è il quartiere più chic di Tokyo. Come in ogni altro angolo di Tokyo, qui troverete ottimi e costosi ristoranti, centri commerciali, gallerie d’arte, locali notturni, pasticcerie raffinate e caffetterie: un buon punto di partenza per chi è alla ricerca di relax e shopping sfrenato.

Bene! Queste sono tutte le informazioni che vi servono per organizzare al meglio una visita a Tokyo. Non perdetevi gli altri articoli della sezione dedicata al Giappone, con tante informazioni e curiosità su questo splendido paese e su come organizzare un viaggio nella terra del Sol Levante. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Seguite le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungeteci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *