MALACCA: guida completa

L’ultima tappa del nostro viaggio sulla costa ovest della Malesia peninsulare è stata Malacca, una cittadina che ci ha colpito per la sua storia e la sua vivacità. La sua cifra architettonica e culturale la deve ai numerosi influssi coloniali che hanno caratterizzato questo territorio, passato nel corso dei decenni sotto il dominio portoghese, olandese e britannico, fino alla sua indipendenza. Spesso la visita di Malacca viene organizzata in giornata, essendo distante solo un paio d’ore da Kuala Lumpur. Noi vi consigliamo di dedicare a questa città almeno qualche giorno per vivere a pieno la sua vivacità e frizzantezza, che danno il loro meglio nelle ore serali. Il centro storico di Malacca è stato inoltre dichiarato Patrimonio dell’Unesco.

Malacca quindi non è solo storia ma, a nostro parere, una delle città più vivaci che abbiamo visitato in Malesia..di seguito vi racconteremo anche il perchè!
Se siete pronti a scoprire questa meta, qui troverete tante informazioni utili basate sulla nostra esperienza in città: come arrivare e muoversi a Malacca, dove dormire, cosa vedere.

COME ARRIVARE A MALACCA

Malacca dista circa 2 ore dalla capitale Kuala Lumpur per cui il mezzo che vi consigliamo di utilizzare per raggiungerla è senza dubbio l’autobus. Utilizzate il sito RedBus, ideale per organizzare i vostri spostamenti utilizzando i pullman. Dato un punto di partenza, una destinazione e una data, la piattaforma fornisce tutte le alternative di viaggio disponibili. Tariffe economiche e servizio efficiente. Molti autobus espressi interurbani collegano Malacca con Kuala Lumpur, Johor Bahru, Seremban ma anche con Singapore. Tutti gli autobus interurbani e urbani vi porteranno fino al terminal di Melaka Sentral, a 4,5 km dal centro della città. Da qui potrete optare per un bus o un Grab per raggiungere il centro storico o il vostro alloggio. Malacca non è servita da collegamenti ferroviari e l’Aeroporto della città (distante circa 10 km) paga la vicinanza con la capitale malese, per cui negli ultimi anni di fatto non è attivo

COME MUOVERSI A MALACCA

Malacca non è una città piccola, ma le cose da vedere sono tutte abbastanza vicine tra loro e si concentrano nel centro storico cittadino. Decidere quindi di esplorarla a piedi o in bicicletta è una buona idea. Le strade soprattutto in centro sono piccole e strette nascondendo dietro ogni angolo qualcosa di bello e interessante, scoprire negozietti e piccole botteghe, ammirare edifici antichi e qualche opera di street art.
Se volete spostarvi dal centro o soggiornate altrove potrete contare inoltre sull’ app Grab, molto comune e operativa in tutte le città della Malesia. Prediligiamo Grab rispetto ai taxi tradizionali perchè potete avere maggiore controllo sulla cifra da spendere e sarà sicuramente più economico che con i taxi tradizionali che spesso si rifiutano di usare il tassametro.

DOVE DORMIRE A MALACCA

Essendo uno dei posti più visitati della Malesia, non avrete difficoltà nel trovare strutture ricettive adatte alle vostre tasche: qui non manca nulla, dagli ostelli fino a lussuosi hotel vista mare. Noi per la scelta della struttura ci siamo affidati a Booking, dove si ha la possibilità di vedere foto, leggere recensioni da parte degli ospiti, selezionare una zona preferita, utilizzare filtri in base alle proprie necessità. Potete decidere di soggiornare direttamente nel centro storico, cuore pulsante della città, oppure optare per alberghi o appartamenti leggermente fuori dal centro, per godere di maggiore tranquillità.

COSA VEDERE A MALACCA

La visita di Malacca può partire dal suo famoso centro storico, esplorando a piedi o in bicicletta le strade parte del patrimonio Patrimonio UNESCO, caratterizzate dai tanti edifici lasciati in eredità dai coloni europei o dai commercianti cinesi. Un susseguirsi di edifici di diversi stili e colori, una caratteristica che abbiamo imparato ad apprezzare durante il nostro viaggio in Malesia. Sfortunatamente non tutte le strutture cittadine sono ben conservate e qualche anno fa molti degli edifici del centro sono stati dipinti di un rosso mattone che ci ha lasciati un pò perplessi.

La Christ Church è la chiesa protestate più antica della Malesia. Costruita tra il 1741 e il 1753 sui resti di una chiesa portoghese distrutta è uno dei simboli della città. I mattoni con cui è stata costruita arrivarono addirittura dai Paesi Bassi e sul pavimento della chiesa potrete vedere diverse lapidi di cittadini olandesi. L’interno non è neanche lontanamente paragonabile alle chiese europee, ma la facciata esterna è suggestiva, soprattutto se pensate al contesto in cui è inserita. La chiesa e gli edifici intorno sono tutti dipinti di un rosso mattone decisamente acceso.

Davanti alla chiesa si trova la Dutch Square (Piazza olandese) che ospita la Torre dell’Orologio Swing Tang Beng, costruita nel 1886. Un ulteriore testimonianza del passato coloniale e dell’influenza olandese in città.

La zona attorno alla piazza, appena oltre il fiume, è caratterizzata da strette viuzze ricche di piccoli negozi, templi, moschee, nonché ristoranti ed esercizi commerciali. L’atmosfera qui è molto diversa, soprattutto in Harmony Street (ufficialmente Temple Street o Jalan Tokong) così chiamata perché ospita in rapida successione i maggiori centri di preghiera cittadini delle tre principali fedi della Malesia: il tempio cinese Cheng Hoon Teng, il tempio indù Sri Poyatha Vinayagar Moorthi e la Moschea Kampung Kling.

La via principale di Chinatown, invece, è la famosa Jonker Street (via parallela ad Harmony Street): dal venerdì alla domenica sera dalle 18:00 a mezzanotte si svolge questo mercato dell’artigianato e antiquariato, ideale per chi è a caccia di oggetti interessanti e souvenir. Ovviamente troverete anche una buona quantità di bancarelle di street food locale, per soddisfare il vostro palato.

Le crociere lungo il fiume Melaka sono molto comuni e organizzate da diverse strutture ricettive. In alternativa se volete fare questo tipo di esperienza (e risparmiare!) vi consigliamo di raggiungere il molo accanto al Museo Marittimo, facilmente raggiungibile da Dutch Square: lì potrete acquistare il vostro biglietto per il battello che sarà sicuramente inferiore a quello di un tour organizzato.

Tutto bello, davvero: centro storico, edifici coloniali, mercati..ma la vera cosa che vi stupirà a Malacca sono loro..i RISCIO’! Nel nostro anno in Asia ne abbiamo visti di tuc tuc o mezzi di trasporto particolari, spesso improbabili..ma ve lo garantiamo, nulla a confronto di quelli visti qui. I più trash di sempre, uno dei simboli della città! Di sera danno il meglio di loro, illuminati a dovere e ognuno caratterizzato dalla sua musica e da un personaggio a cui si ispira, e di cui troverete decine di pupazzi a decorazione. Da Pikachu a Spiderman passando per gli unicorni sono la gioia dei bambini, ma molto divertenti da vedere anche per gli adulti. In assoluto la cosa che più ci fa sorridere quando ripensiamo ai giorni trascorsi a Malacca.

Infine vi vogliamo consigliare due dolci da provare, famosi qui a Malacca e in generale in questi territori (li avevamo trovati anche nella vicina Singapore: il cendol e i putu piring. Il cendol è un dessert a base di latte di cocco, gelatina di riso con foglie di pandan e sciroppo di zucchero di palma (un tassista ci ha assicurato che quello di Malacca è il migliore in assoluto); i putu piring, invece, sono a base di farina di riso al vapore e ripieni di zucchero di palma. Sono comunemente associati alla cucina di Singapore (proprio qui li abbiamo scoperti per la prima volta), ma con pochi ringgit si possono assaggiare anche a Malacca.

Bene, questi sono tutti i consigli che vi servono per organizzare il vostro soggiorno a Malacca. Se state organizzando il vostro viaggio in Malesia trovate qui tutti i nostri consigli, maturati durante un mese di viaggio nella terra di Sandokan. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Se non l’avete ancora fatto, vi invitiamo a seguire le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungerci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *