LANZAROTE: come organizzare un viaggio

Paesaggi lunari, mare cristallino, spiagge bianche e natura incontaminata. Ma non solo: arte e cultura non mancano, creando un mix perfetto per un viaggio da ricordare.

Siamo capitati a Lanzarote quasi per caso, durante i nostri mesi europei e dopo 10 mesi in viaggio tra Asia e Oceania. Non nutrivamo grandi aspettative e invece ne siamo rimasti affascinati a tal punto da rimanere sull’isola per quasi due mesi.

Vogliamo raccontarvi la nostra esperienza e condividere tutto ciò che abbiamo imparato e vissuto qui, per aiutarvi ad organizzare al meglio la vostra vacanza a Lanzarote. Oggi iniziamo con il primo articolo partendo con le informazioni da sapere prima di partire. Vamos!

VOLO AEREO

Per raggiungere Lanzarote è necessario prendere un aereo. Il volo dura circa 4 ore e ci sono diverse compagnie low cost che collegano molte città italiane all’isola. La compagnia più gettonata è Ryanair che opera da Roma, Milano, Torino, Bologna e Venezia.

Piccolo consiglio per prenotare i biglietti: solitamente per i nostri viaggi utilizziamo sempre Skyscanner, per avere un ventaglio di soluzioni diverse da valutare e comparare tra loro. In questo caso vi sconsigliamo l’utilizzo di questa piattaforma, per evitare di tralasciare costi nascosti relativi all’aggiunta di bagagli o posti assegnati. Andate direttamente sul sito Ryanair e seguite da lì la procedura: in questo modo non rischiate di avere brutte sorprese né di incorrere in sovrapprezzi inaspettati.

QUANDO ANDARE A LANZAROTE

L’isola di Lanzarote, la più nord-orientale delle Canarie, ha un clima molto mite e desertico, con inverni piacevolmente caldi ed estati calde e soleggiate. 
Una costante sull’isola è il vento: Lanzarote, infatti, è particolarmente esposta agli alisei, venti che soffiano con costanza tutto l’anno, da nord-est, soprattutto nel pomeriggio. Le onde che si generano sono particolarmente apprezzate dai surfisti, che abbondano, soprattutto sulla costa ovest.

Le temperature sono molto miti, primaverili per gran parte dell’anno: durante il giorno si passa dai 21 gradi di gennaio e febbraio, ai 29 di agosto e settembre. Il sole a Lanzarote splende tutto l’anno, il che rende possibile un viaggio sull’isola in qualsiasi mese dell’anno.

Le perturbazioni sono scarse, ma considerate la cosa settentrionale più soggetta alla formazione di nubi e foschie locali, soprattutto sui versanti collinari (massiccio di Famara, Mirador del Rio). La costa meridionale è dunque la più soleggiata.

Il mare a Lanzarote è fresco, a causa della corrente marina fredda, detta Corrente delle Canarie, che scorre ad ovest del Marocco: tuttavia, a meno che non siate particolarmente freddolosi, il bagno è fattibile e piacevole.

Noi abbiamo soggiornato sull’isola sempre “fuori stagione”, vivendoci nei mesi di ottobre e novembre: qualche giorno di allerta vento con mare agitato (3 giorni su 2 mesi) ma il resto del tempo le temperature erano calde e il bagno fattibile. Il caldo secco e il vento rendono la temperatura piacevole, ma fate attenzione e usate la crema solare! Siamo pur sempre poco distanti dalle coste africane.

COME MUOVERSI A LANZAROTE

Come muoversi sull’isola? L’opzione migliore è certamente noleggiare un auto. In questo caso vi consigliamo la piattaforma Discovercars che vi permette di comparare le offerte migliori, in alternativa anche la sezione di Booking dedicata ai noleggi è ottima. noi le abbiamo utilizzate entrambe e ci siamo trovati bene.

Le compagnie che operano i noleggi sull’isola sono molte e ognuna ha le sue regole, per cui prestate attenzione. Raccomandiamo TopCar, Cabrera Medina e AceRent: ognuna di queste non richiede alcun deposito cauzionale tramite carta di credito. TurismPrime ci ha richiesto un deposito di 350 euro, mentre Gold Car ha richiesto ben 1000 euro di deposito più ulteriori “costi e depositi nascosti” relativi al carburante.

Tenete in considerazione queste informazioni e leggete le condizioni di noleggio prima di confermare. Se optate per una compagnia che richiede il deposito con carta di credito ricordatevi che l carta deve essere intestata a uno dei conducenti, altrimenti non sarà valida.

Il costo medio al giorno è di circa 15 euro, decisamente abbordabile.

Se decidete di prenotare con DiscoverCars vi verrà proposta un’assicurazione a parte per tutelarvi da eventuali danni al veicoli: sappiate che quell’assicurazione non ha nulla a che vedere con la compagnia di noleggio che probabilmente a sua volta vi chiederà se volete sottoscriverla o meno direttamente con loro. Vi mettiamo in guardia da tutti questi cavilli per evitare che vi troviate impreparati o vi innervosiate davanti a imprevisti o incomprensioni. La scelta di assicurarsi noi la consigliamo sempre, per non avere pensieri ed essere tranquilli, ma la decisione finale spetta a voi.

La maggior parte delle compagnie di noleggio ha il banco accettazione direttamente agli arrivi in aeroporto, vicino ai caroselli di consegna bagagli. Altre, invece, le trovate nel parcheggio di fronte alle partenze, al piano superiore. Lì troverete dei gabbiotti dedicati oppure direttamente la persona che completerà la procedura e vi consegnerà il veicolo.

Le strade sull’isola sono in ottime condizioni, ben asfaltate e manutenute. Le principali attrazioni sono tutte facilmente raggiungibili, per cui non troverete grosse difficoltà. Oltre alle strade principali ci sono strade secondarie sterrate per raggiungere luoghi più selvaggi, ma comunque battute e non accidentate. Un esempio tra tutti la strada del Monumento Natural de Los Ajaches, che conduce anche alla famosa Playa de Papagayo. Sappiate che la maggior parte dei noleggi non consente di guidare fuori dalle strade asfaltate: ciò significa che se doveste bucare o aver bisogno di un assistenza la spesa sarà a vostro carico.

Sapere ci permette di fare delle scelte consapevoli e non incorrere in sorprese inaspettate, questo è il nostro motto!

DOVE DORMIRE

Questo è un capitolo che va affrontato con cura, per questo gli dedicheremo un articolo dedicato. Analizzeremo insieme le diverse zone dell’isola cosicché possiate scegliere quella che più risponde alla vostre esigenze e allo stile della vostra vacanza.

Lanzarote è un’isola che ha molto da offrire: arte, paesaggi marziani, natura incontaminata, bel mare. Se quello che cercate sono spiagge attrezzate e vita mondana le troverete in varie parti dall’isola, ma rischiate di perdervi l’autenticità di Lanzarote e ciò che la rende davvero unica. Per questo motivo sconsigliamo alberghi in zone particolarmente turistiche come Puerto del Carmen e Playa Blanca, dirottando l’attenzione su posti più rurali, ma a contatto con la natura e con la vera essenza di Lanzarote. Luoghi più centrali da cui sarà facile muoversi per raggiungere molte delle attrazioni e dei luoghi di interesse. Consigliamo la zona di Teguise e i paesi limitrofi, Tahiche, Haria, Teseguite, Tias, Masdache, San Bartolomè, Arrieta, Guatiza, Mala. Potete anche optare per un soggiorno nella zona di La Geria, la splendida zona vitivinicola nel centro dell’isola.

Vi consigliamo di scegliere una casita, un appartamento in pieno stile lanzaroteno, per godervi il paesaggio autentico e l’atmosfera calma e rilassata tipici dell’isola.

Per scegliere le nostre case abbiamo utilizzato con successo Booking e Airbnb, due garanzie che ci accompagnano in ogni nostro viaggio.

PASS PER LE ESCURSIONI PIU’ FAMOSE

Con origini vulcaniche e paesaggi lunari mozzafiato, Lanzarote è un’isola di singolare bellezza, una terra dove la natura e l’uomo hanno saputo giocare in armonia, rimanendo nella memoria di chiunque la visiti.

Qui progettare una vacanza di solo mare sarebbe un peccato perché a Lanzarote c’è molto di più. Parleremo nel dettaglio sia delle spiagge più belle di Lanzarote, sia delle cose da fare e da vedere, e proprio a questo proposito eccovi un primo consiglio.

C’è la possibilità di acquistare un biglietto cumulativo da utilizzare nelle principali attrazioni e risparmiare sugli ingressi. Potrete scegliere tra tre tipologie, in base ai vostri piani: 3, 4 o 6 attrazioni. Le attrazioni incluse nel pass sono le seguenti: Jardín de Cactus, Jameos del Agua, Cueva de los Verdes, Mirador del Río, Montañas del Fuego Timanfaya e il Castillo de San José. In ogni biglietteria è possibile acquistare il pass da utilizzare poi nelle seguenti attrazioni: basterà conservare il biglietto ed esporlo al momento dell’ingresso. Verrà apposto un timbro e il gioco è fatto. Il pass ha validità 2 settimane dal primo utilizzo. Tenete a mente che il pass vi garantisce l’ingresso ma non vi da l’opportunità di prenotare orari di visite né saltare e eventuali code (molto probabili ad esempio a Cueva de Los Verdes). E’ un’ottima soluzione ugualmente perchè vi permette di risparmiare e non poco: il pass da 3 attrazioni garantisce un risparmio fino a 5 euro, quello da 4 fino a 9,50 euro, e quello da 6 vi farà risparmiare fino a 17,50 euro.

COSTI NASCOSTI?

Quanto costa la vita sull’isola? Ci sono altre spese da considerare? Poche in verità. Le spiagge sono libere, i parcheggi gratuiti; non ci sono caselli o strade a pagamento.

La benzina è meno cara rispetto all’Italia (circa 1,40 euro al litro) e comunque l’isola è molto piccola, quindi anche girandola assiduamente sarà difficile utilizzare più di un pieno alla settimana.

IL CIBO A LANZAROTE

Trovate ristoranti di tutti i tipi e per tutti i prezzi. Le tapas sono un piatto tipico, consigliato per sperimentare i sapori della cucina locale: dalle papas arrugadas (patate servite con due salse, Mojo verde, a base di aglio e prezzemolo, e Mojo rosso, a base di paprika) alle albondigas, polpette di vari gusti e ripieni; senza dimenticare il queso, lo jamon serrano e le croquetas.

Oltre ai numerosi ristoranti vi consigliamo di sperimentare i Teleclub, una vera scoperta per noi. I teleclub sono nati intorno al 1960 nelle zone rurali della Spagna per incentivare le persone a riunirsi e socializzare di fronte all’invenzione di quegli anni, la televisione. Sono luoghi autentici, che raccontano una storia, la storia delle persone che vivono l’isola. Oggi sono centri socio culturali, centri di aggregazione, ancora utilizzati dai locali per chiacchierare, bere e mangiare in compagnia.

Il cibo è ottimo, fatto in casa, le porzioni sono generose e i prezzi popolari, un buon modo per conoscere la cucina casereccia e tipica lanzarotena.

Per raggiungerli è sufficiente inserire su Google Maps la parola “teleclub” e ne troverete numerosi sparsi su tutta l’isola..segnatevi il consiglio e provateli!

Per chiudere l’argomento enogastronomico, segnatevi una visita con degustazione nella zona di La Geria, la regione vitivinicola di Lanzarote. Il paesaggio è unico e davvero suggestivo, caratterizzato dai classici vigneti  protetti contro i forti venti alisei da muretti a forma di mezzaluna costituiti da sassi di roccia vulcanica.

CURIOSITA’ SU LANZAROTE

  • Nel 1993 Lanzarote è stata dichiarata Riserva Naturale della Biosfera dall’UNESCO.
  • Sull’isola di Lanzarote ci sono circa 30 vulcani ancora in attività.
  • Lanzarote è il risultato della mano dell’artista César Manrique, che ha saputo fermare la speculazione urbana e preservarne l’autenticità. Grazie a lui Lanzarote, soprattutto nella zona nord dell’isola, conserva il suo aspetto caratteristico e la sua unicità: le case sono tutte bianche, di uno, massimo due piani e gli infissi di colore verde, blu o marrone. Lo stesso artista ha inoltre contribuito a creare alcuni dei luoghi più iconici e belli di Lanzarote, luoghi in cui l’arte e la natura si abbracciano creando dei veri capolavori, come Mirador del Rio e Jameos del Agua.
  • L’isola è stata scoperta da un italiano, il navigatore genovese Lanzerotto Malocello, da cui il nome deriva.
  • Lanzarote insieme a Fuerteventura è soggetta al fenomeno della Calima, fenomeno atmosferico caratterizzato da un vento di scirocco proveniente dal vicino Sahara. Questo vento porta con sé aria calda africana, polvere e sabbia, che produce una foschia costante e il repentino innalzamento delle temperature. Il fenomeno comunque sia non è frequente e si verifica perlopiù nei mesi invernali.

Bene! Questi sono i primi consigli utili da sapere per organizzare un viaggio a Lanzarote. Nei prossimi articoli vi racconteremo nel dettaglio tutti i posti da visitare, le spiagge più belle e qualche consiglio utile su dove alloggiare. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Seguite le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale Youtube Fai buon viaggio e raggiungeteci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *