LANZAROTE: 6 spiagge imperdibili

Piscine naturali, spiagge selvagge e incontaminate, piccole calette riparate dal vento: le spiagge a Lanzarote di certo non mancano e ce ne sono per tutti i gusti. Per quanto sia difficile menzionarne solo alcune, ecco quelle che secondo noi sono imperdibili durante una vacanza a Lanzarote. L’isola garantisce una buona varietà di natura e paesaggi, e anche per le spiagge possiamo trovare soluzioni molto diverse tra loro: adatte alle famiglie con bambini, ideali per gli amanti dello snorkeling, per chi voglia isolarsi nella natura incontaminata e ancora per chi è alla ricerca di tramonti spettacolari.

Questo articolo non ha l’obiettivo di elencare tutte le spiagge che ci sono a Lanzarote, sarebbero davvero troppe, bensì condividere con voi le più belle, famose e spettacolari (secondo noi!), che vi permettano di cogliere la bellezza dei luoghi che può offrire Lanzarote, e regalarvi momenti di meraviglia, scoperta e relax.

Per tutto ciò che occorre sapere per organizzare una vacanza a Lanzarote, dalle informazioni principali, alla scelta del luogo in cui dormire e i posti da visitare, vi rimandiamo alla sezione dedicata, in cui sono raccolti tutti gli articoli creati dopo più di un mese di permanenza sull’isola.

Non ci resta che partire!

PLAYA CALETON BLANCO

Iniziamo questo viaggio dalla parte nord di Lanzarote: siamo a circa un chilometro da Orzola, un piccolo villaggio di pescatori situato all’estremità settentrionale di Lanzarote, e qui troviamo la spiaggia Caleton Blanco, caratterizzata da acque cristalline in contrasto con rocce nere di origine vulcanica e sabbia bianca. Pur essendo in una zona abbastanza esposta ai venti, la particolare conformazione geografica rende questa caletta, oltre che spettacolare per i colori che si possono ammirare, anche un ottimo posto per fare il bagno in acque tranquille e riparate. Le formazioni rocciose nate dai flussi di lava del vulcano Corona, infatti, creano una sorta di barriera naturale a protezione della spiaggia dalle correnti oceaniche e dal mare agitato. Il paesaggio naturale è mozzafiato, selvaggio e incontaminato. Data la tranquillità delle sue acque è una spiaggia perfetta per le famiglia e per chi cerca relax e tranquillità. Come in tante altre spiagge dell’isola troverete i famosi corralitos, muretti semicircolari, fatti con pietre vulcaniche, in cui è possibile sdraiarsi senza essere disturbati dal vento.

Caletón Blanco offre un parcheggio gratuito e di facile accesso. Dalla vicina Orzola guidate verso est prendendo la Avenida del Caleton: in 3 minuti troverete la deviazione sulla sinistra, e il parcheggio pochi metri dopo. Un ottimo punto per una sosta e un pò di relax durante la visita del nord di Lanzarote. Poco distante anche dai famosi Mirador del Rio, Cueva de los Verdes e Jameos del Agua.

Non troverete bar o ristoranti sulla spiaggia, il posto è, per fortuna, totalmente incontaminato; il villaggio di Orzola è molto vicino e qui potete trovare alcuni buoni ristoranti di pesce.

PISCINE NATURALI A PUNTA MUJERES

Rimaniamo nella zona nord di Lanzarote, questa volta sul versante est della costa, e raggiungiamo Punta Mujeres. Questo piccolo paesino si trova nella zona del comune di Haría, poco distante da Los Jameos del Agua e Cuevas de los Verdes. Qua troverete una delle piscine naturali più famose di Lanzarote: una grande scalinata in cemento vi permetterà di accedere con facilità in acque limpide e cristalline, ideale per gli amanti dello snorkeling. L’ambiente è totalmente diverso rispetto a Caleton Blanco: ci troviamo in un contesto “cittadino”, circondati dalle case, a pochi passi dalla famosa Casa Carmelina. Non ci sono spiagge, ma solo una piccola piattaforma in cemento che può ospitare pochi bagnanti; in alternativa molte persone lasciano l’asciugamano sul muretto per una sosta veloce per rinfrescarsi e ricaricarsi tra una visita e l’altra.

Di fronte alla scaletta per le piscine troverete un piccolo bar per bere e mangiare qualcosa, con a fianco un parcheggio gratuito. Soprattutto in estate può diventare un posto decisamente affollato e “scomodo”, non adatto a lunghe soste. Ma se volete immergervi in acque pulite e cristalline, per un tuffo veloce in un luogo insolito, siete nel posto giusto.

Un’altra curiosità di questa zona riguarda proprio il suo nome: la leggenda racconta di una nave pirata proveniente dalla Francia che trasportava un gruppo di donne; si decise, una volta approdati sull’isola, di lasciarne una parte abbandonata al proprio destino proprio qui. Da questa storia deriva il nome Punta Mujeres.

PLAYA DE LA GARITA

Rimaniamo sulla costa est, più riparata e tranquilla, e raggiungiamo il comune di Arrieta, a 3 chilometri da Punta Mujeres. Qua troviamo la Playa de la Garita, una delle spiagge più sottovalutate dell’isola. Abbiamo letto molti articoli e molti blog sulle spiagge di Lanzarote, e in pochissimi citano questa spiaggia: ancora non abbiamo capito il perchè. La spiaggia è caratterizzata da sabbia fine, morbida e dorata, ed è situata in una delle zone più autentiche di Lanzarote. Il contesto è semplice, selvaggio e non patinato (sarà per questo che non viene raccomandata?), ma allo stesso tempo offre servizi come ristoranti, bar, parcheggio, servizi igienici e anche un parco giochi, che la rendono accessibile e comoda a tutti. La spiaggia è lunga 810 metri e larga appena 5, per cui garantisce ampio spazio e privacy anche nei momenti di alta stagione. Il panorama circostante è molto bello e suggestivo; l’acqua è limpida, con un fondale sabbioso che rende la balneazione piacevole e sicura.

Da Playa de La Garita si possono raggiungere facilmente le attrazioni turistiche di Jameos del Agua, Mirador del Rio, Cueva de los Verdes e il Jardin dei Cactus.

Inoltre, Arrieta è famosa per ospitare alcuni dei migliori ristoranti di pesce fresco dell’isola, tra cui il chiringuito e il ristorante che si trova a fianco, per un pasto a base di buon pesce con bellissima vista mare.

Noi siamo molto affezionati a questa spiaggia, un ottimo connubio per chi cerca tranquillità, natura e paesaggio, ma anche privacy, comodità e servizi.

PLAYA DE PAPAGAJO

Ci spostiamo verso sud, vicino alla turistica Playa Blanca: qui si trova il Monumento Natural de los Ajaches, una riserva naturale che ospita una linea costiera caratterizzata da spiagge paradisiache, completamente vergini e incontaminate. Queste spiagge si trovano una affianco all’altra, separate solo da piccole sporgenze rocciose che le trasformano in insenature di sabbia dorata. L’ acqua è pulita e cristallina, caratterizzata da una gamma di colori molto intensa. Inoltre la particolare conformazione costiera rende queste spiagge adatte a chi cerca riparo dal vento e dal mare mosso.
Questo parco naturale ha sette spiagge: Papagayo, Puerto Muelas, Caleta del Congrio, Playa de la Acera, Playa del Pozo, Playa Mujeres, Calentón de San Marcial. 

La più famosa è senza dubbio Playa Papagayo, una delle spiagge più famose e fotografate di Lanzarote.

La nostra opinione a riguardo può risultare controversa e un pò controcorrente, ma ve la esponiamo comunque: è sicuramente un bellissimo posto, che regala panorami bellissimi e colori mozzafiato. Certamente un luogo da vedere, in cui trascorrere una giornata all’insegna del sole e del relax, ma, a nostro parere, non la spiaggia più bella dell’isola, per diversi motivi, anche di natura pratica. Innanzitutto, essendo un luogo particolarmente turistico, soprattutto in alta stagione può essere davvero affollato, e le sue dimensioni non garantiscono la comodità e la privacy che si possono trovare in altre spiagge ugualmente belle. L’accesso alla spiaggia con l’auto prevede, inoltre, un tratto di strada sterrata della durata di circa 20 minuti e, a meno che non soggiorniate a Playa Blanca, raggiungere queste spiagge non sarà comodissimo e immediato. Il fondale è irregolare e a tratti lastricato di massi, rendendo non sempre semplice la balneazione. Il mare tuttavia è bello e pulito, ideale per praticare snorkeling.

A poca distanza dalla caletta troverete un ampio parcheggio, una zona campeggio e un bar. Consigliamo comunque di portare acqua e cibo se intendete trascorrere tutta la giornata a Playa Papagajo.

PLAYA MONTANA BERMEJA

Nascosta tra le rocce de Los Ervideros, sulla punta sud ovest di Lanzarote, troviamo Playa de la Montana Bermeja, una bellissima spiaggia di sabbia nera baciata dall’oceano. La spiaggia è lunga circa 400 metri e deve il suo fascino allo spettacolo naturale che la circonda e caratterizza: sabbia nera vulcanica, oceano blu impetuoso che si infrange sulla roccia scura, bellezza cruda e incontaminata, e la maestosa Montana Bermeja, dalle sfumature rosse e arancioni, che fa da sfondo a questo tratto di costa indimenticabile.

Dall’altra parte della strada troverete un piccolo parcheggio gratuito, ma non ci sono bar e ristoranti, se non nella vicina El Golfo.

Il luogo non è ideale per la balneazione, vista l’impetuosità delle onde e le correnti insidiose, tuttavia non perdetevi una sosta in questo posto magico, per contemplare e godere della bellezza dell’oceano e della natura circostante.

Non è una tradizionale esperienza di mare e questo, a nostro parere, è davvero il suo punto di forza.

PLAYA DE FAMARA

Siamo all’ultima spiaggia consigliata, non certo per importanza. Anzi, possiamo dire di aver lasciato il meglio proprio alla fine. Siamo sulla costa ovest, nella zona nord di Lanzarote, ed è qui che troviamo la spiaggia di Famara, uno dei luoghi più iconici dell’isola. Questo spettacolo naturale è lungo 6 chilometri e comincia nel piccolo paesino di Famara fino a perdersi nell’omonima scogliera, maestosa e imponente. Il paesaggio è del tutto incontaminato e selvaggio, lascia senza fiato e regala dei colori, soprattutto al tramonto, indimenticabili. La luce del sole si riflette sul bagnasciuga, che a sua volta funge da specchio alla scogliera creando un gioco di luci e prospettive unico e indescrivibile. L’atmosfera è unica, surreale, vi pervade una bellissima sensazione di libertà. Le grandi dimensioni della spiaggia garantiscono, anche in alta stagione, privacy e comodità.

Il mare è caratterizzato da forti onde, che non sempre rendono facile la balneazione (difficile ma non impossibile se non nei giorni di allerta vento), trasformandola negli anni in un punto di riferimento per chi pratica di sport acquatici.

L’accesso alla spiaggia è molto semplice, con parcheggi liberi a pochi passi dalla spiaggia.

vi consigliamo, inoltre, di raggiungere la cima della scogliera (inserite su Google Maps El Bosquecillo): dopo circa 20 minuti di strada e un 1 km di sterrato potrete ammirare la spiaggia e il paese dall’alto, una vista mozzafiato.

Playa de Famara si raggiunge facilmente sia da Arrecife (strada LZ-20 e poi LZ-30 e la LZ-402 fino alla fine) e da Teguise (in soli 10 minuti). La spiaggia è selvaggia e incontaminata, ma dista pochi passi dal paese che offre numerosi locali e ristoranti (consigliassimo il Teleclub di Famara).

Bene! Queste sono le spiagge di Lanzarote che vi consigliamo di visitare, per perdervi nella natura e nella meraviglia di quest’isola speciale. Come vedete abbiamo cercato di spaziare, includendo nell’elenco tutta la varietà che Lanzarote sa regalare, dalle piscine naturali, passando per le calette, fino a spiagge estese e selvagge. Sembrano tante cose diverse ma sono unite da un grande punto in comune: il rispetto per la natura e la volontà di conservare i luoghi mantenendoli il più incontaminati possibile. Questo responsabilizza tutti i visitatori, invitati a mantenere un comportamento decoroso e di riguardo verso l’ambiente che ci ospita e ci regala tanta bellezza.

Non perdetevi gli altri articoli sull’isola canaria, per costruire e organizzare il vostro viaggio dalla A alla Z. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Seguite le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale Youtube Fai buon viaggio e raggiungeteci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *