Situata nella regione del Kansai, Kyoto è stata la capitale del Giappone per più di mille anni ed è senza dubbio il centro culturale e il riferimento del Giappone tradizionale. Se Tokyo è modernità e stravaganza, Kyoto è tradizione, storia e cultura. Qui potrete assaporare le atmosfere del Giappone autentico grazie all’enorme patrimonio artistico presente in città: templi, santuari, quartieri tradizionali e giardini zen in una cornice naturale unica e memorabile.

Per visitare al meglio la città e tutte le sue bellezze occorre trovare l’equilibrio tra una sana programmazione delle giornate (parliamo sempre di una città di un milione e mezzo di abitanti) e momenti in cui perdersi nella bellezza dei paesaggi e dei luoghi. Ecco dunque questa guida utile ad organizzare al meglio i vostri giorni nella città dei mille templi.

COME ARRIVARE A KYOTO

Kyoto si trova in una zona centrale del paese, nell’isola di Honshu, ed è facilmente raggiungibile da tutte le grandi città del paese. Vediamo nel dettaglio le diverse alternative.

Da Tokyo a Kyoto

Se siete a Tokyo, il modo migliore per andare a Kyoto è senza dubbio il treno shinkansen. Il viaggio dura poco più di due ore e la tratta è coperta dal Japan Rail Pass con i treni Hikari. Se invece non avete il Japan Rail Pass potete utilizzare la linea Nozomi, per un costo di circa 13000 yen (82 euro circa). Le stazioni di Tokyo da cui prendere lo Shinkansen sono la Shinagawa e Tokyo.

L’alternativa più economica ma anche più lenta è l’autobus. Ci sono diverse linee che collegano Kyoto con le più grandi città del paese e offrono servizi e costi molto variegati: la durata del viaggio è di circa 9 ore e il costo del biglietto varia dai 6000 ai 9000 yen, a seconda dei servizi e della categoria dell’autobus. Vi consigliamo di utilizzare il treno come rapporto qualità prezzo, ma se decidete di optare per il pullman valutate le corse notturne: in questo modo guadagnerete tempo ed eviterete di pagare un pernottamento in albergo.

Da Osaka a Kyoto

Osaka e Kyoto distano circa 50 km e sono ottimamente collegate. Le due linee che vi raccomandiamo sono la JR Special Rapid Service o la JR Kyoto Line Rapid che impiega circa mezz’ora, per un costo di 560yen.
Se avete il Japan Rail Pass potete utilizzare anche gli shinkansen, impiegando circa la metà del tempo (in caso contrario scegliete una delle prime due opzioni perchè il costo dello Shinkansen è davvero elevato considerata la poca strada da fare, circa 2800 yen). 

Se atterrate all’aeroporto del Kansai, raggiungete Kyoto utilizzando l’Haruka Express, un treno veloce che impiega 78 minuti e costa 3300 yen: usufruite della promozione Icoca & Haruka e ne spenderete la metà. Questa tratta è inclusa nel Japan Rail Pass.
In alternativa optate per un Limousine Bus che impiega circa 1 ora e 40 minuti al costo di 2550yen.

Da Hiroshima a Kyoto

Da Hiroshima ci sono due alternative per raggiungere Kyoto: i treni della linea Nozomi fanno questa tratta senza cambi impiegando 1 ora e 40 minuti; per chi possiede il Japan Rail Pass sono disponibili gli shinkansen che impiegano circa 2 ore e 10 minuti, ma tenete a mente che talvolta richiedono un cambio a Shin-Osaka. In entrambi i casi i collegamenti sono ottimi, numerosi ed efficienti.

COME MUOVERSI 

Ci sono diverse alternative per muoversi in città, ma prima di entrare nel dettaglio ecco qualche informazione utile:

  • a differenza di Tokyo, Kyoto è una città dispersiva e le attrazioni non sono sempre vicine tra loro: occorre pianificare gli spostamenti per non perdere troppo tempo;
  • orientarsi nel centro non è difficile, lo schema delle strade segue una logica semplice e la maggior parte delle attrazioni è raggiungibile a piedi o in bici;
  • il traffico a Kyoto è abbastanza intenso, per cui sconsigliamo l’utilizzo dell’auto;
  • ci sono due linee della metropolitana che formano una croce nel centro della città, tuttavia questo mezzo non raggiunge la maggior parte dei luoghi di interesse per cui l’uso che ne farete sarà limitato;
  • gli autobus sono spesso affollati ma frequenti e la rete in città è capillare.

In generale il nostro consiglio è raggiungere la zona che si intende visitare utilizzando metro, autobus o taxi per poi muoversi nel quartiere e tra un posto e l’altro direttamente a piedi. In questo modo avrete la possibilità di cogliere l’essenza della città esplorando anche gli angoli meno iconici e famosi. Preparatevi a lunghe camminate e tante tante scale!

Ecco qualche informazione utile sui mezzi che troverete a Kyoto.

La metro

La metropolitana di Kyoto è formata da due linee: la linea Karasuma, che collega la città da nord a sud, mentre la linea Tōzai la percorre da est a ovest. La stazione in cui le due linee si incontrano è la stazione Karasuma Oike. La metro è aperta dalle 5.30 del mattino fino alle 23.30 circa. Il prezzo del biglietto ha un costo che varia tra i 210 e i 350 yen, in base alle distanze percorse. I bambini pagano un po’ meno, da 110 a circa 180 yen.

Come già detto, non è un mezzo di trasporto che vi permette di raggiungere tutte le attrazioni, tuttavia ve la consigliamo per visitare i seguenti punti di interesse: Castello Nijo e Tempio di Ryoan-ji (fermata Nijo-jo-mae sulla linea Tozai)/ Nishiki Market (fermata Shijo, linea Karasuma) / Palazzo Imperiale (fermata Imadegawa, linea Karasuma).        

Gli autobus

Gli autobus si muovono su una rete estesa e capillare e i prezzi delle corse sono molto economici (230 yen a corsa per gli adulti, 120 yen per i bambini). Per via del traffico a volte gli spostamenti potrebbero essere un pò lenti, ed essendo molto utilizzati sono spesso affollati. Sono utili per raggiungere una zona e successivamente visitare la stessa a piedi. Gli annunci delle fermate vengono fatti anche in inglese ed è sufficiente segnarsi il nome della fermata in cui scendere e poi verificare sul tabellone presente in ogni pensilina. L’ingresso all’autobus è sempre nella parte posteriore, alle volte è possibile utilizzare anche la porta centrale. La porta anteriore è usata esclusivamente per scendere. Trovate direttamente a bordo la macchinetta per fare il biglietto, per cui tenete sempre con voi del denaro contante, magari giusto, perchè le macchinette non danno resto. 

Potete acquistare al costo di 700 yen il One-day Pass che vi permette di effettuare corse illimitate per 24 ore (per i bambini costa la metà). Il pass lo acquistate direttamente sull’autobus, dal conducente, oppure alle macchine automatiche presenti nelle stazioni. Convalidate il pass inserendolo direttamente nella timbratrice automatica per registrare la data e l’orario; in seguito vi basterà mostrare il pass al conducente prima di scendere dall’autobus. A Kyoto trovate infine tre linee speciali, i Raku Bus (linee 100, 101, 102), pensate per i turisti, le quali si fermano solamente vicino ai punti d’interesse della città. Su queste linee si può utilizzare il One-day pass.

A piedi

Visitare la città a piedi è impensabile ma come già detto raccomandiamo di raggiungere la zona che volete visitare con un mezzo a vostra scelta e poi esplorare i dintorni a piedi, vivendo la città al 100% alla scoperta di vie e aree secondarie meno visitate ma più autentiche. A questo proposito nel prosieguo della guida vi indicheremo una serie di itinerari che potrete fare a piedi ottimizzando gli spostamenti e il tempo che avete a disposizione. 

In bici

La bici è un mezzo molto utilizzato in Giappone che vi permette di andare alla scoperta anche delle zone secondarie della città. Vi consigliamo la bici per visitare la zona di Arashiyama, il centro città, nella zona tra il Nishiki Market e Gion e i dintorni. Evitate le zone di Sannenzaka e Ninnenzaka perchè sono in salita, e anche i templi e santuari che solitamente vengono raggiunti grazie a numerose scale e scalini (preparatevi!), per esempio il Fushimi Inari, il Kiyomizudera, il Ginkakuji. 

Troverete numerose attività nel centro città che offrono il servizio di noleggio bici e spesso anche le strutture ricettive propongono un servizio di questo genere. Ricordatevi di parcheggiare sempre la vostra bici negli appositi posteggi che non sono molti e sono sempre a pagamento (circa 150 yen per 8 ore di sosta). Siate precisi e non lasciate la bici in altri posti perchè verrà di sicuro rimossa, lasciandovi a piedi in tutti i sensi. 

In taxi

I taxi in città non mancano e non sono particolarmente costosi, per cui teneteli in considerazione per alcuni tragitti, soprattutto se siete in 3 o 4 e potete dividere la spesa (comunque non eccessiva). Ricordatevi di avere sempre con voi una traduzione in giapponese dell’indirizzo di destinazione perchè i tassisti giapponesi sono spesso avanti con l’età e difficilmente parlano l’inglese.

I taxi liberi sono quelli che hanno un segnale luminoso di colore rosso sul cruscotto. Quando il segnale invece è verde, il taxi è già occupato.

DOVE DORMIRE

Kyoto ha tanto da offrire per cui vi consigliamo di pianificare bene le vostre giornate nella città dei mille templi per non rischiare di perdere tempo e non godervi appieno tutte le bellezze presenti in città. A tal proposito diventa importante decidere la zona in cui alloggiare per agevolare i vostri spostamenti. Vediamo insieme diverse opzioni con pro e contro. 

Zona della stazione centrale

Questa zona è una delle migliori in cui alloggiare. Vicina alla Kyoto Tower e a diversi centri commerciali, è un ottimo punto di appoggio se si vogliono visitare le vicine Osaka e Nara, oppure se si vuole usufruire degli autobus che attraversano tutta la città. Il rapporto qualità prezzo delle strutture è ottimo, ma trovate anche una vasta scelta di hotel di alto livello. Lo svantaggio di scegliere questa zona è che la sera non ci sono molti servizi per cui se volete un pò di vita dovete spostarvi altrove. Durante il nostro soggiorno a Kyoto abbiamo deciso di soggiornare a circa 1 km dalla stazione, direzione nord, verso il centro: ci siamo trovati bene perchè abbiamo goduto della tranquillità della zona rimanendo vicino al più affollato centro città. I mezzi pubblici e i taxi non mancano e li abbiamo utilizzati tutte le volte che ci siamo voluti avventurare in altri quartieri, alla ricerca di un ristorantino tipico o per una semplice passeggiata.

Higashiyama e Gion

Questa zona è la più ricca di locali e ristoranti tipici tradizionali. La vicina zona di Pontocho è una piccola perla, in cui respirare la vera aria giapponese: vicoli illuminati da lanterne, locali tradizionali, vi trasporteranno in un’atmosfera magica, e se sarete fortunati potrete addirittura imbattervi in qualche geisha. Kyoto però non è Tokyo, e a una certa ora i locali chiudono anche qui; inoltre il budget per alloggiare in questa zona si alza rispetto alle soluzioni vicino alla stazione.

Altre zone

Personalmente vi sconsigliamo altre zone, magari più economiche ma più distanti dai luoghi di interesse, potrebbe rivelarsi un boomerang. Muoversi a Kyoto non è semplice e le cose da vedere sono disseminate in giro per la città, per cui allontanarsi troppo dalle zone di cui abbiamo parlato in precedenza potrebbe non rivelarsi una mossa vincente, facendovi perdere molto tempo sui mezzi di trasporto. 

I ryokan

Scelta totalmente differente se decidete di provare l’esperienza di un ryokan. In questo caso scegliete la struttura in base al rapporto qualità prezzo e ai servizi offerti; la zona in questo caso non è determinante. 

COSA VEDERE

Kyoto è una città incantevole che a tratti vi trasporterà in un’altra epoca. Le cose da vedere sono davvero molte, ma alla lunga possono diventare ripetitive, trattandosi per lo più di templi e santuari. Inoltre i luoghi d’interesse non si trovano tutti vicini tra loro, bensì sono sparsi in ogni angolo della città. Per questo diventa importante pianificare la visita a Kyoto abbastanza nel dettaglio, se non altro per evitare di trascorrere troppo tempo sui mezzi e toglierlo così alla visita della città. Come vi anticipavamo a inizio guida, il consiglio è raggiungere un quartiere/zona della città e poi muoversi a piedi tra un’attrazione e l’altra, ed è per questo che vi abbiamo preparato una lista di ciò che secondo noi è imperdibile a Kyoto, raggruppando i luoghi d’interesse per zona e vicinanza. In questo modo vi basterà seguire queste indicazioni e le vostre giornate saranno già programmate e pianificate al meglio.

Non riempiremo questa sezione con tantissime cose (sebbene ne troverete molte) per due motivi: il primo è per evitare alla lunga di essere ripetitivi e visitare cose molto simili tra loro; secondo perchè siamo sostenitori del less is more, meglio un tempio in meno che una visita mordi e fuggi. Godetevi i posti che visitate, prendetevi del tempo, vi trasmetteranno sensazioni uniche. Infine la città, oltre alla sua parte più storica e tradizionale ha molto altro da offrire, per cui tenetevi del tempo anche per vivere la Kyoto più moderna e frizzante, non vi deluderà. Dopo questa premessa doverosa, ecco i nostri consigli su cosa vedere a Kyoto. 

Primo itinerario: Zona Centro-Nord 

Kinkaku-ji, Il Padiglione d’Oro

Il Padiglione d’Oro è uno dei simboli della città, assolutamente imperdibile. Situato nella zona nord della città, questo complesso è caratterizzato da una bellissima villa un tempo di proprietà di un importante shogun, in seguito divenuta tempio. Il giardino e il lago che circondano la villa creano una cornice naturale suggestiva e bellissima. La caratteristica del Kinkakuji è quella di essere completamente rivestito di fogli d’oro, da qui il nome per cui è divenuto famoso. Andato a fuoco più volte, l’ultima nel 1950 quando fu incendiato da un monaco del tempio, la struttura attuale risale al 1955.

Alcune informazioni utili: 

Indirizzo: 1 Kinkakujicho, Kita Ward. Dalla stazione di Kyoto prendete l’autobus 101 o 205 (durata circa 40 min, costo biglietto 230 yen). Orari: tutti i giorni 9:00-17:00. Costo biglietto: 400 yen.

Ryoan-Ji

Famoso per il particolare giardino secco, il Ryoan-ji è uno dei templi buddhisti più interessanti e particolari di Kyoto. E’ caratterizzato da una zona esterna davvero atipica se paragonata ai classici giardini zen che non vi stancherete di visitare: una composizione di gruppi di pietre su un letto di ghiaia bianca e un muro in terra che le circonda. Quest’opera rappresenta un vero e proprio enigma e una particolarità rispetto a tutto ciò che vedrete a Kyoto e non solo. 

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 13 Ryoanji Goryonoshitacho, Ukyo Ward. Dal tempio Kinkaku-Ji prendete l’autobus, linea 59 oppure dalla Stazione di Kyoto la linea 50. Orari: 8:00-17:00 da marzo a novembre / 8:30-16:30 da marzo a novembre. Costo biglietto: 500 yen.

Castello di Nijo

Abitato dallo shogun Tokugawa Ieyasu, il Castello di Nijo è un bellissimo palazzo nobiliare a pochi passi dal centro città.
Divenuto patrimonio UNESCO nel 1994 una menzione speciale la merita la residenza dello shogun, all’interno del palazzo Ninomaru. Caratteristica interessante del palazzo è la presenza del uguisubari, anche detto il pavimento dell’usignolo: un antico sistema di allarme formato da speciali assi che se calpestate producono un rumore simile al canto di un usignolo.

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 541 Nijojocho, Nakagyo Ward. Utilizzate la linea metropolitana Tozai, fermata Nijojo-mae. Orari: tutti i giorni 8:45-16:00 / luglio e agosto 8:00-17:00 / settembre 8:00-16:00. Chiuso i martedì di gennaio, luglio, agosto e dicembre. Costo biglietto: 620 yen

Secondo itinerario: Zona Nord-Est

Ginkaku-ji, Il Padiglione d’Argento

Ispirato al più celebre Kinkakuji, il padiglione d’oro, il Ginkakuji è uno dei posti che più abbiamo amato in città. Nato come residenza privata dello shogun Ashikaga Yoshimasa, che si ispirò al più celebre appartenuto al nonno, questo bellissimo tempio è situato all’interno di un giardino zen incredibile, una vera oasi di pace e serenità che costeggia la collina, e dal quale si gode di un’ incantevole vista su tutto il complesso e sulla città. L’obiettivo dello shogun era far rivestire di foglie d’argento la villa, ma la sua prematura scomparsa lasciò l’opera incompiuta.

Il Padiglione d’Argento incarna perfettamente il concetto di Wabi-sabi, una delle idee più conosciute sulla cultura tradizionale giapponese al di fuori del Giappone: il mondo wabi è il senso di bellezza che si trova negli oggetti imperfetti, mentre sabi è un sentimento di bellezza. 

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 2 Ginkakujicho, Sakyo Ward. Raggiungibile dalla stazione di Kyoto con gli autobus 5, 17 o 100 (durata 30 min, costo biglietto 230 yen). Orari: da marzo a novembre tutti i giorni 8:30-17:300, da dicembre a febbraio 9:00-16:30. Costo biglietto: 500 yen

Il Sentiero del Filosofo (Tetsugaku no michi)

Questa passeggiata di circa 2 km collega il Padiglione d’Argento al complesso di templi che culmina nel bellissimo Nanzenji. E’ costeggiato da un piccolo canale e numerosi alberi di ciliegio. E’ una delle vie più famose del Giappone e deve la sua fama a Nishida Kitaro, uno dei più importanti filosofi giapponesi, che si racconta amasse meditare lungo questa via mentre si dirigeva verso l’università di Kyoto.

Vi consigliamo di raggiungere col mezzo che preferite il Ginkakuji e poi proseguire la visita con questa bellissima camminata che vi condurrà al famoso Nanzenji: in questo modo avrete anche la possibilità di vivere l’atmosfera tradizionale giapponese nelle sue stradine secondarie e meno visitate. 

Se partite dalla stazione di Kyoto prendete gli autobus 5, 17 o 100 (durata 30 min; costo biglietto 230 yen). 

Nanzen-ji

Alla fine del sentiero del Filosofo trovare il Nanzen-ji, uno dei principali templi zen di tutto il Giappone. L’intera area che si sviluppa intorno al tempio è magnifica, un piccolo angolo di pace e tranquillità. Il tempio centrale è visitabile gratuitamente, mentre si pagano tariffe separate per i diversi templi all’interno.
Caratteristica dell’area intorno al tempio, un antico acquedotto in mattoni. Si tratta di una costruzione che risale all’epoca Meiji (1868-1912) ed è parte di un sistema di canali che servivano a trasportare l’acqua tra Kyoto e il lago Biwa. 

Non perdetevi questo itinerario e in particolare questa zona, non sempre molto frequentata, soprattutto verso il tardo pomeriggio: potrete rilassarvi e immergervi a pieni polmoni nella cultura zen giapponese.

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 606-8435 Kyoto, Sakyo Ward, Nanzenji Fukuchicho. Camminate per 5-10 minuti dalla fermata Keage, linea metropolitana Tozai. In alternativa (consigliato) raggiungetelo dal Sentiero del Filosofo. Orari: tutti i giorni 8:40-17:00, da dicembre a febbraio fino 16:30. Chiuso dal 28 al 31 dicembre. Costo biglietto: Sanmon Gate 600, yen/ Hojo 600 yen/ Nanzenin 400 yen 

Terzo itinerario: Centro città

Gion, il distretto delle geishe

Gion è il più famoso distretto delle geishe, uno dei quartieri più tradizionali di Kyoto e del Giappone. Piccoli edifici in legno, tetti bassi, case del tè, lanterne e la possibilità, se siete fortunati, di incontrare sulla vostra strada una geisha. Il quartiere si trova a sud del centro, a pochi passi dal santuario di Yasaka.

Dalla stazione di Kyoto prendete gli autobus 100 o 206 i (durata 20 min, costo biglietto 230 yen). Fermata della metropolitana Keihan Main Line: Gion-Shijo Station 

Pontocho

Pontocho insieme a Gion è una delle zone più suggestive della città. Caratterizzato da piccole e strette stradine che ospitano piccoli locali tradizionali e costeggiano il fiume, è un ottimo posto in cui avventurarsi la sera e provare la cucina tradizionale giapponese. E’ un quartiere ricco di fascino che offre diverse soluzioni, da quelle più economiche a ristoranti di lusso molto costosi..avrete l’imbarazzo della scelta.
Situato vicino al quartiere di Gion, sul lato opposto del fiume. Dalla stazione di Kyoto prendete gli autobus 100 o 206 i (durata 20 min, costo biglietto 230 yen). 

Fermata della metropolitana Keihan Main Line: Gion-Shijo Station 

Nishiki Market

Come tutti i mercati anche il Nishiki rappresenta un pò l’anima della città. Situato nel centro cittadino è il cuore della tradizione culinaria e gastronomica di Kyoto, ideale per chi desidera cogliere a pieno lo spirito del Giappone. Un lunga galleria coperta ospita numerose botteghe, rendendo l’atmosfera vivace e frizzante. Una passeggiata qui e un assaggio di qualche specialità locale è d’obbligo!

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 609 Nishidaimonjicho, Nakagyo Ward. Raggiungibile a piedi dalla stazione Shijo della linea metro Karasuma. Orari: tutti i giorni 9:00-18:00. Alcuni negozi possono essere chiusi il mercoledì o la domenica. Ingresso gratuito.

Quarto itinerario: Zona Est 

Santuario Yasaka

Situato nel quartiere di Gion, questo santuario shintoista è una delle porte che introducono al bellissimo parco di Mayurama ed è formato da diversi edifici, tra cui un teatro e varie porte. Storicamente è uno dei santuari più importanti per la cultura giapponese, infatti riceve molti aiuti e sostegni dal governo. Famoso per le diverse manifestazioni artistiche che si svolgono qui, in particolare il Gion Matsuri, un festival famoso in tutto il paese che dura un intero mese e si svolge nel mese di  luglio.

Vi consigliamo di partire da qui per visitare a piedi tutto il versante est della città procedendo verso sud, una delle aree più autentiche e suggestiva di Kyoto. 

Indirizzo: 625 Gionmachi Kitagawa, Higashiyama Ward, nel quartiere di Gion. Dalla stazione di Kyoto lo raggiungete utilizzando il treno JR della linea Nara, fermata Inari. Da lì pochi minuti a piedi.

Kodai-ji

Solitamente indicato dopo rispetto ad altri posti in città, il Kodai-ji è, a nostro parere, uno dei più bei templi di Kyoto. Situato a sud del santuario di Yasaka, sulla via che porta al tempio Kyomizudera, è immerso in uno spettacolare giardino zen, che vi trasporterà letteralmente in un altro mondo. Noi abbiamo avuto la fortuna di visitarlo semi deserto con una leggera pioggerellina che rendeva l’atmosfera intima e mistica allo stesso tempo..un vero incanto. All’interno del complesso trovate anche un piccolo boschetto di bambù, non perdetevelo. 

Alcune informazioni utili:

Per raggiungerlo vi consigliamo di partire dal Santuario di Yasaka e proseguire a piedi verso sud direzione Kyomizudera, all’interno del parco di Mayurama. Troverete la deviazione sulla sinistra e i arriva dopo una breve salita (è tutto ben indicato). In alternativa se partite dalla stazione di Kyoto usate gli autobus 100 e 206 (durata 19 mi, costo biglietto 230 yen): scendete alla fermata di Higashiyama Yasui e raggiungete il tempio a piedi in 10 minuti. Orari: tutti i giorni 9:00-17:00 / In primavera per lo hanami, nel mese di agosto e in autunno aperto fino 21:30. Costo biglietto: giardini gratis / Museo: 600 yen 

Sannenzaka e Ninenzaka

Sannenzaka e Ninenzaka sono due stradine che conservano ancora le caratteristiche della Kyoto tradizionale. Passeggiate lungo queste vie e immergetevi nell’atmosfera giapponese per raggiungere il bellissimo tempio Kiomyzudera. Troverete numerosi ristoranti e piccoli locali tipici, edifici bassi e molto legno. Si tratta di una zona particolarmente turistica ma non preoccupatevi: l’intera area dedicata a questo itinerario vi trasporterà in un’altra epoca, per cogliere lo spirito e le sensazioni della Kyoto del passato.

Kiyomizu-dera

Il Kiyomizu-dera è senza dubbio uno dei simboli di Kyoto e uno dei templi più visitati del Giappone, nonché uno dei più antichi della città, dichiarato Patrimonio UNESCO. Chiamato anche “il Tempio dell’Acqua Pura” il sito sorge tra le colline a est della città, luogo in cui sgorgava la cascata Otowa. Sono molti gli aneddoti e le storie che caratterizzano questo luogo, dalle famose tre fontane da cui i visitatori possono bere e che rappresentano ciascuna una proprietà o un desiderio che si vuole esprimere: dalla ricerca dell’amore, alla buona salute, fino alla saggezza. Oppure la sua bellissima terrazza in legno alta 13 metri costruita senza neanche l’uso di un chiodo, attraverso una complessa opera di meccanismi a incastro. E’ un luogo pieno di storia e fascino, la pagoda all’ingresso è semplicemente spettacolare e da lassù si può godere di una bellissima vista sull’intera città. Come detto il sito è particolarmente turistico e a volte decisamente affollato per cui rischia di perdere la sua aurea di autenticità, ma basterà allontanarsi dalla ressa per rimanere rapiti dalla bellezza di questo posto.

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 294 Kiyomizu, Higashiyama Ward. Raggiungetelo procedendo verso sud dal Santuario di Yasaka, all’interno del Parco Mayurama. In alternativa dalla stazione di Kyoto con gli autobus 100 e 206 ( durata 15 min, costo biglietto 230 yen). Orari: tutti i giorni 6:00-18:00 / Agosto e settembre aperto fino 18:30 / In primavera e autunno apertura straordinaria fino 21:00. Costo biglietto: intero 300 yen 

Quinto itinerario: Zona Sud 

Santuario di Fushimi Inari

Uno dei luoghi sacri più importanti di Kyoto e anche uno dei più famosi, comparso in numerosi film tra cui “Memorie di una geisha”. Prendetevi del tempo per visitare e vivere questo posto incredibile, non tanto per la classica foto da cartolina di cui ne trovate a migliaia sui social, ma per vivere la spiritualità del posto, e anche la fatica, dal momento che per per raggiungere la cima del percorso dovrete fare ben 12000 gradini passando per altrettanti torii. Il Santuario Fushimi Inari si estende lungo le pendici del monte Inari e conta cinque santuari. Il percorso è caratterizzato da un sentiero di circa 4 km che si inoltra nel bosco verso la cima della montagna. Parleremo in un articolo dedicato di questo posto, della sua storia, dandovi tutte le indicazioni del caso, perchè merita davvero come esperienza se vissuta intensamente e completamente, al di là del classico ricordo da esibire agli amici appena rientrati in Italia.

Alcune informazioni utili:

Indirizzo: 68 Fukakusa Yabunouchicho, Fushimi Ward. Dalla stazione di Kyoto prendete la linea JR Nara (inclusa nella Japan Rail Pass) e scendete alla stazione Inari. Troverete il Santuario di fronte a voi. Orari: sempre aperto. Ingresso gratuito.

Kyoto sede della Nintendo

Come detto in precedenza Kyoto non è solo storia e tradizione, ma anche modernità, in particolare la città è famosa perchè proprio qui è nata la Nintendo, celebre e iconica casa dei videogiochi con la quale molti di noi sono cresciuti. La prima sede della Nintendo oggi è un albergo, il Marufukuro,  che ancora contiene alcuni cimeli risalenti alla fondazione, mentre la sede attuale, ancora in espansione, si trova poco distante dalla stazione dei Kyoto. Per gli amanti dei videogiochi un passaggio in questi posti è d’obbligo, di seguito vi lascio qualche informazione per raggiungerli. 

Prima sede della Nintendo: 600-8126 Kyoto, Shimogyo Ward, Kagiyachō, 342

Bene! Queste sono tutte le informazioni che vi servono per organizzare un viaggio nella bellissima Kyoto. Non perdetevi gli altri articoli della sezione dedicata al Giappone, con tante informazioni e curiosità su questo splendido paese e su come organizzare un viaggio nella terra del Sol Levante. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Seguite le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungeteci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *