HO CHI MINH CITY: guida completa

ll nostro viaggio in Vietnam è partito da qui e, siamo sinceri, per noi non poteva iniziare meglio. Ho Chi Minh City è una città controversa, piena di contrasti e contraddizioni, ma anche di un fascino irresistibile. In continuo bilico tra passato, presente e futuro, Ho Chi Minh City ha una storia tragica che bisogna conoscere, un presente in continua evoluzione e un futuro che avanza e si riflette nello skyline e nei grattacieli che popolano il centro della città. C’è chi la ama e chi la odia, considerandola troppo caotica ed eccessiva..noi l’abbiamo amata. Anzi, non vi nascondiamo che l’abbiamo trovata a tratti commovente. Una città che ci ha fatto riflettere molto, che ci ha stordito con la sua confusione e poi tranquillizzato nei suoi luoghi sacri, nascosti tra i palazzi. Un’altalena di emozioni: questo è ciò che cerchiamo nei posti che visitiamo.

Abbiamo già parlato troppo, come sempre! Ecco tutto ciò che dovete sapere per organizzare il vostro viaggio a Ho Chi Minh City.

COME ARRIVARE A HO CHI MINH CITY

Spesso Ho Chi Minh rappresenta la tappa iniziale o finale di un viaggio itinerante in Vietnam: a seconda dei casi è possibile arrivarci in diversi modi, vediamo insieme quali.

Se si vuole provare l’esperienza di un viaggio itinerante via terra, il Vietnam è il posto giusto per farlo: gli iconici sleeping bus coprono praticamente qualsiasi tratta, il costo non è eccessivo e il servizio è efficiente e ben organizzato. Inoltre vi permettono di coprire lunghe tratte in comodità, di notte, risparmiando i soldi della nottata in albergo. Come vi abbiamo raccontato qui, avete a disposizione diverse compagnie di pullman: la nostra preferita è la Futa Bus Line.

Il servizio di pullman e sleeping bus copre anche delle tratte che collegano Ho Chi Minh alla Cambogia e al Laos.

Non spaventatevi guardando la durata dei viaggi, fidatevi! Certo non saranno una passeggiata di salute 13 ore di pullman, ma si possono fare anche tratte più brevi (dipende dall’itinerario e dai giorni a disposizione), e comunque dopo una bella dormita saranno solo un bel ricordo. La qualità del servizio, la puntualità, il costo e l’esperienza in sé sono tutti elementi da non sottovalutare..provare per credere.

L’aeroporto di Ho Chi Minh, il Tan Son Nhat (codice IATA: SGN, da Saigon, vecchio nome della città) dista circa 30 minuti dal centro città, non tanto per la distanza in km (circa 10) ma per il caos e il traffico che caratterizzano le strade della città.

Per raggiungere il centro coi mezzi pubblici sarà necessario utilizzare mezzi su strada: l’aeroporto, infatti, non è servito da ferrovie o metropolitana. Vediamo ora i diversi modi per raggiungere il centro città una volta atterrati.

In autobus

L’autobus è senza dubbio la soluzione più economica per raggiungere la città una volta atterrati a Ho Chi Minh. Ci sono tre linee che coprono il tragitto, una pubblica e due private, queste ultime contrassegnate dal colore giallo, leggermente più costose ma più comode e con personale a bordo che parla inglese e che potrà aiutarvi a scendere alla fermata giusta.

  • L’autobus giallo n. 109 parte ogni 15-20 minuti tra le 5:30 e l’1:00. La fermata si trova all’uscita del terminal dei voli internazionali, di fronte alla colonna 12, oppure dalla colonna 18 del terminal dei voli nazionali. Il biglietto costa circa 20.000 VND (circa 80 cent) per raggiungere il distretto 1, il centro di Ho Chi Minh. Acquistate il biglietto dall’autista e indicategli la fermata a cui desiderate scendere per farvi aiutare. La corsa in autobus dura circa 45 minuti, ma può variare in base al traffico.
  • L’autobus n. 49 offre lo stesso servizio del precedente, ma con a bordo personale che parla inglese. La fermata è la stessa del bus 109 e il costo del biglietto è di 40.000 VND (circa 1,50 euro). La linea 49 entra in servizio dalle 5:00 alle 00:30; la durata del tragitto varia in base al traffico.
  • L’autobus n. 152 rappresenta l’opzione più economica per raggiungere il centro di Ho Chi Minh (il biglietto costa solo 6.000 VND, 20 cent, più altri 6.000 se viaggiate con un bagaglio di grandi dimensioni). La linea è attiva tutti i giorni dalle 6:00 alle 18:00 con partenze ogni 15 minuti. La fermata si trova di fronte al terminal degli arrivi.

Per localizzare la vostra sistemazione e trovare il percorso migliore per raggiungerla, potete utilizzare il sito busmap.vn.

In taxi o in navetta privata

Il metodo più comodo (e non particolarmente costoso) è utilizzare il taxi per raggiungere il centro città dall’aeroporto. Il servizio Grab, molto utile per muoversi in Vietnam e in gran parte del sud-est asiatici, purtroppo non è attivo in aeroporto, per cui non contateci. Troverete i taxi fuori dal terminal, ma raccomandate sempre l’utilizzo del tassametro prima della partenza e diffidate da chi vi propone tariffe fisse, spesso ben più onerose del costo reale. Il prezzo “giusto” può variare leggermente ma non dovrebbe superare i 6/7 euro (160.000-190.000 VND).

Un’ultima opzione sono le navette private, prenotabili online, certamente l’opzione più costosa. In questo caso non dovrete preoccuparvi di nulla: troverete una persona di riferimento appena fuori dagli arrivi con un cartello con il vostro nome pronta ad assistervi.

COME MUOVERSI A HO CHI MINH CITY

Per quanto Ho Chi Minh sia una città immensa, tentacolare, con più di 10 milioni di abitanti, il suo centro può essere visitato tranquillamente a piedi, essendoci molte attrazioni turistiche poco distanti l’una dall’altra. Non illudetevi, però! Per approfondire la visita e non limitarvi alla zona più centrale, vi servirà un mezzo per spostarvi. Sapete che noi siamo soliti consigliare il noleggio di uno scooter, ma in questo caso lo sconsigliamo: il traffico in città è davvero assurdo e non ci sono regole, una sfida notevole anche per i guidatori più esperti.

Noi consigliamo l’utilizzo dell’app Grab (l’equivalente di Uber), un vero salvavita in molti paesi del sud-est asiatico, efficiente ed economica. Potete prenotare le vostre corse e in pochi minuti verrete raggiunti dal vostro mezzo, con l’opzione di pagare con carta tramite l’app oppure in contanti direttamente al conducente.

I pullman rappresentano un’opzione ancora più economica ma sono decisamente lenti, sconsigliati per chi passa pochi giorni in città tanto quanto la recente linea della metropolitana, le cui fermate non raggiungono particolari luoghi d’interesse.

DOVE DORMIRE A HO CHI MINH CITY

Tra tutte le città vietnamite, Ho Chi Minh è quella che da più tempo attrae turisti e uomini d’affari, motivo per cui non avrete problemi a trovare strutture ricettive adatte alle vostre tasche: qui non manca nulla, dagli ostelli fino a lussuosi hotel con vista mozzafiato. Pur essendo una grande città si possono trovare ottime soluzioni, centrali, a prezzi contenuti. Noi per la scelta della struttura ci siamo affidati a Booking, dove si ha la possibilità di vedere foto, leggere recensioni da parte degli ospiti, selezionare una zona preferita, utilizzare filtri in base alle proprie necessità.

Soprattutto per chi si trattiene in città pochi giorni raccomandiamo la zona del Distretto 1, la più adatta per visitare il centro città. In particolare scegliete la zona Ben Nghe (la più centrale del centro!) se volete muovervi a piedi il più possibile; la zona di Ben Thanh (vicino all’omonimo mercato) per chi desideri alloggiare in centro ma a una cifra ragionevole; infine la zona di Pham Ngu Lao per chi cerca locali e vita notturna. Quest’ultima si sviluppa intorno alla famosa e assai turistica Bui Vien Walking Street (per chi è stato a Bangkok è un pò la Khaosan Road di Ho Chi Minh): qui la musica e la movida non manca, a tutte le ore del giorno e soprattutto della notte. Tenetene conto se avete intenzione di dormire la notte: parola di due persone che in una settimana in città hanno dormito pochissimo a causa di questa scelta sbagliata!

Uscendo dal Distretto 1 potete tenere in considerazione il Distretto 3 e Da Kao, quartieri vicino al centro e adatti a soggiorni più lunghi; infine chi vuole alloggiare fuori dal centro può optare per Phu Nhuan, tra l’aeroporto e il centro.

COSA VEDERE A HO CHI MINH CITY

Ho Chi Minh è una città immensa, piena di contrasti e di storia: dagli eleganti palazzi coloniali del centro, ai luoghi della guerra fino alla Chinatown più grande del Vietnam, che ospita più di un milione di persone. Come tutte le grandi città più tempo si ha a disposizione per visitarla meglio è, per cui non siate “tirchi” e dedicate a questa città il tempo che merita. Anche i dintorni di Ho Chi Minh custodiscono dei luoghi d’interesse notevole come i Cu Chi tunnel e il delta del Mekong, ne parleremo nel dettaglio in seguito.

Ora è il momento di entrare nel dettaglio e raccontarvi quali sono i luoghi che vi consigliamo per una prima visita nella città vietnamita. Per comodità procediamo secondo un approccio “geografico”, anche per aiutarvi a pianificare con più facilità il vostro itinerario.

DISTRETTO 1, IL CENTRO DELLA CITTA’: Phuong di Ben Nghe

Come per tutte le città partiamo dal suo centro storico: in questo spazio sono situate molte delle attrazioni più famose di Ho Chi Minh, tra templi, parchi, musei ed eleganti palazzi in stile coloniale. Il centro dell’antica Saigon racchiude al suo interno tutti i contrasti e le contraddizioni della città, e la sua costante ricerca di equilibrio tra passato, presente e futuro, una caratteristica che abbiamo trovato estremamente visibile, nonché decisamente interessante e a tratti commovente.

Questa zona della città si può esplorare tranquillamente a piedi, potendosi godere ogni angolo e ogni particolarità del distretto, non solo i luoghi di attrazione principali. Vediamoli nel dettaglio.

Cattedrale di Notre Dame (Nha Tho Duc Ba)

Siamo a Parigi? Nossignore! L’insolita Cattedrale di Notre Dame rappresenta uno dei lasciti del periodo di colonizzazione francese. Per noi europei non sarà nulla di nuovo dal punto di vista architettonico, tuttavia è interessante visitarla all’interno del contesto in cui si trova. Se passeggiate nei dintorni la sera, non perdetevi il parco vicino e il famoso lago della Tartaruga, caratterizzato da vivaci illuminazioni acquatiche in pieno stile asiatico.

Ufficio Postale Centrale

A pochi passi dalla Cattedrale trovate l’Ufficio Postale Centrale, altro edificio di stampo coloniale. Oggi ospita diversi negozi di souvenir e una rivendita di francobolli nuovi e usati.

Come arrivare: 2 Cong Xa Paris, a 2 minuti a piedi dalla Cattedrale di Notre Dame

Orari: lun – ven 7:00-19:00, sab 7:00-18:00, dom 8:00-18:00

Costo biglietto: gratis

La Via del Libro

Siamo sempre a pochi metri dalle prime due attrazioni e raggiungiamo la  Via del Libro, costellata di numerose piccole librerie che vendono libri di diverse lingue. Ci sono anche diverse caffetterie, molto graziose. Qui si respira un’atmosfera molto tranquilla e rilassata, spesso in contrasto col il clima caotico che caratterizza il resto della città.

Viale Nguyen Hue: il Municipio e la Statua di Ho Chi Minh fino al fiume

Uno dei luoghi più iconici del centro città è viale Nguyen Hue, il passeggio della città. Si parte dal bellissimo Municipio, un edificio coloniale che si affaccia al viale e a pochi metri troviamo la statua di Ho Chi Minh, il primo Presidente del Vietnam. Qui l’atmosfera è frizzante: intorno al viale trovate ristoranti e locali di ogni tipo, la passeggiata ospita molte manifestazioni durante l’anno ed è sempre piena di turisti, mentre, via via che ci si avvicina al fiume, i palazzi coloniali lasciano il posto ai grattacieli e al lato più moderno della città. Arrivati in fondo concedetevi una passeggiata lungo il fiume.

Via Dong Khoi e dintorni

Siamo a pochi passi dal Municipio e lungo la parallela di viale Nguyen Hue e via Dong Khoi rappresenta al 100% l’eredità della Saigon coloniale: palazzi eleganti e di altri tempi, ricchi di storia e di aneddoti interessanti. Il più celebre è il Teatro dell’Opera, che ospita perlopiù spettacoli di musica classica.

Osservatorio della Torre Bitexco

Passeggiando lungo il Viale Nguyen Hue è possibile vedere uno dei grattacieli più alti di Ho Chi Minh: la Torre Bitexco. Se volete ammirare la città dall’alto potete salire sull’osservatorio dell’edificio e godervi il panorama della città più vivace del Vietnam. Il costo del biglietto è abbastanza elevato se paragonato ai prezzi vietnamiti (200.000 dong): in alternativa potete optare per uno dei tanti locali situati sui numerosi rooftop della città.

Palazzo della Riunificazione e viale Le Duan

Il fascino di Ho Chi Minh non può prescindere dalla sua storia, in particolare quella legata alla guerra del Vietnam. Per gli appassionati di storia (e non solo) il Palazzo della Riunificazione rappresenta una tappa fondamentale. Chiamato anche Palazzo dell’Indipendenza, fu il teatro dell’epilogo delle Guerre di Indocina. Fu la sede del presidente del Vietnam del Sud fino al 1975, anno della riunificazione del paese. Nel cortile del palazzo sono esposti due carri armati nordvietnamiti, uno di produzione russa, l’altro cinese; gli stessi carri armati che fecero irruzione attraverso il cancello principale, sancendo di fatto la fine della Guerra del Vietnam.

Come arrivare: il Palazzo si trova in Dinh Thong Nhat, tra il Distretto 1 e il Distretto 3, a 7 minuti a piedi dalla Cattedrale di Notre Dame di Saigon

Orari: 8:00 – 15:30

Costo biglietto: intero 40.000 VND (circa 2 euro), ridotto 20.000 VND (poco meno di 1 euro)

Per raggiungere il Palazzo della Riunificazione percorrete il viale Le Duan, membro di prim’o piano’ordine della dirigenza nordvietnamita e massimo stratega dell’Offensiva del Tet del 1968. Lungo il viale si trova il Museo della Campagna di Ho Chi Minh, che illustra le vicende della travolgente fase conclusiva dell’ultima guerra che dalla Battaglia di Phuoc Long portò alla riunificazione del paese sotto il governo di Hanoi.

Tao Dan Park

Ciò che più ci piace visitare nelle grandi metropoli asiatiche sono i parchi cittadini. La vita all’aria aperta e l’attività fisica sono molto importanti per il popolo vietnamita, che amano frequentare le aree verdi della città, spesso attrezzate con giochi per bambini ma anche per consentire l’attività fisica all’aperto per gli adulti. Concedetevi una passeggiata nel Tao Dan Park, troverete di tutto e uno spaccato della società vietnamita che vi conquisterà in pochi minuti: una coppia anziana che balla, persone di tutte le età che si allenano, due amici che si sfidano a volano, la partita tra amici a Sepak takraw (un gioco simile al calcio tennis), due anziani che si allenano facendo delle strane mosse di una disciplina antica e altri due che si sfidano a dama cinese. Uno dei momenti che più ricordiamo con piacere dei nostri giorni a Ho Chi Minh.

DISTRETTO 3: i musei più importanti di Ho Chi Minh City

Lasciamo il Distretto 1 di Ho Chi Minh e ci spostiamo nel vicino Distretto 3, quartiere che custodisce alcuni dei più importanti musei della città. Ecco quelli che vi consigliamo.

Museo dei Residuati Bellici (Museo della Guerra)

Assolutamente imperdibile il Museo dei Residuati Bellici (noto anche come Museo della Guerra): un’occasione unica per conoscere il punto di vista vietnamita sulla sanguinosa e controversa Guerra del Vietnam. Viene dato ampio spazio alle collezioni fotografiche, che non vi lasceranno indifferenti, insieme alle testimonianze degli effetti dell’uso dell’agente arancio sulla popolazione civile.

Una visita impegnativa, difficile, dura, ma proprio per questo motivo da fare assolutamente.

Come arrivare: il museo si trova in 28 Võ Văn Tần, Distretto 3, 10 min a piedi dalla Cattedrale di Notre Dame e a 6 min a piedi dal Palazzo della Riunificazione

Orari: 7:30 – 17:30

Costo biglietto: 40.000 VND (poco meno di 2 euro)

Museo delle Donne Vietnamite del Sud 

Se avete più tempo e vi interessa approfondire la storia del paese potete visitare il Museo delle Donne del Sud, il quale offre un’esposizione dedicata al ruolo spesso decisivo avuto dalle donne in Vietnam. Da vedere la bella collezione di Ao Dai appartenuti a figure illustri del recente passato.

Come arrivare: il museo si trova in 202 Vo Thi Sau, a circa 20 minuti a piedi dalla Cattedrale di Notre Dame

Orari: 8:00 – 17:00

Costo biglietto: Gratis


DA KAO E TAN DINH
: mercati, templi e spiritualità

Tempio dell’Imperatore di Giada: Chua Ngoc Hoang 

Il Tempio dell’Imperatore di Giada è uno dei più importanti templi di Ho Chi Minh City. Costruito dalla comunità cantonese della città agli inizi del XX secolo, è luogo di culto per i seguaci del Buddhismo e del Taoismo. L’atmosfera in questo tempio è molto intima: il tempio è nascosto tra i palazzi ma racchiude al suo interno molta spiritualità e misticismo. Luci soffuse e profumo di incenso accolgono i fedeli che portano le offerte e pregano silenziosamente.

Abbiamo visitato molti templi in Asia e questo è uno di quelli che ci ha colpito di più non tanto per la sua architettura quanto per la grande spiritualità che abbiamo avvertito durante la nostra visita.

Come arrivare: il tempio si trova in 73 Đ. Mai Thị Lựu, Đa Kao, 20 minuti a piedi dalla Cattedrale di Notre Dame

Orari 6:00 – 18:00

Costo biglietto: gratis

Mercato di Tan Dinh

In questa zona della città troviamo il mercato di Tan Dinh, meno turistico e decisamente più autentico dell’ormai inflazionato mercato di Ben Thanh. Come in tutti i mercati asiatici l’atmosfera è frizzante e qui potrete trovare praticamente di tutto. Immancabili i numerosi ristoranti di strada che propongono senza fronzoli pietanze locali di tutti i generi.

Nelle vicinanze del mercato trovate anche la pittoresca chiesa rosa.

CHO LON: la Chinatown di Ho Chi Minh

Cho Lon è stata un tempo una città autonoma a pochi passi da Ho Chi Minh, mentre oggi è uno dei quartieri più interessanti di Saigon. Il quartiere ospita la comunità cinese più ampia del paese, fino a 1 milione di abitanti, prevalentemente provenienti dalle province del GuangDong e del FuJian.

Non perdetevi una visita nell’immenso e pittoresco mercato di Binh Tay passando per le pagode e i templi, custodi dell’arte e della religione sino-vietnamita. Tra questi vi segnaliamo il Tempio di Thien Hau, il Tempio di Ha Chuong, la Pagoda di Quan Am, il Tempio di Guan Yu e il Tempio di Ong Bon, tutti situati a breve distanti l’uno dall’altro.

COSA VEDERE NEI DINTORNI HO CHI MINH CITY

Oltre a tutto ciò che di interessante c’è da vedere in città, Ho Chi Minh ospita anche nei suoi dintorni alcuni luoghi davvero imperdibili. Vediamoli di seguito.

Cunicoli di Cu Chi

I tunnel di Củ Chi sono un’immensa rete di tunnel di collegamento situata nel distretto di Củ Chi di Ho Chi Minh City, e fanno parte di una rete di tunnel molto più ampia che sottende gran parte del Paese. I tunnel di Củ Chi sono stati teatro di diverse campagne militari durante la guerra del Vietnam e sono stati la base operativa dei Viet Cong per l’offensiva del Tết nel 1968.

I tunnel furono utilizzati dai soldati Viet Cong come nascondigli durante i combattimenti, oltre a servire come vie di comunicazione e di rifornimento, ospedali, nascondigli di cibo e armi e alloggi per numerosi combattenti nordvietnamiti. I sistemi di tunnel furono di grande importanza per i Viet Cong nella loro resistenza alle forze americane e dell’ARVN e contribuirono a contrastare la crescente presenza militare americana.

Una parte di queste gallerie è oggi aperta al pubblico.

E’ una visita che si fa tramite un tour organizzato, con partenza al mattino e rientro nel pomeriggio inoltrato (ci vogliono circa 2 ore per raggiungere il sito), per cui vi occuperà praticamente l’intera giornata. Noi non siamo amanti dei tour organizzato, i cui tempi sempre troppo stretti non ci permettono di goderci il posto e apprezzarlo come piace a noi. Fortunatamente non è stato il caso di questo tour: la nostra guida era molto preparata e la visita ben organizzata.

Oltre a una ricostruzione dei tunnel, di come venivano creati e il racconto della vita della comunità in quei tunnel, è possibile percorrerli per un breve tratto, per provare, anche solo lontanamente, cosa significò vivere sotto il peso delle bombe in quegli spazi per così tanti anni. Un’esperienza che raccomandiamo vivamente.

Molte strutture ricettive offrono questo tour, così come tante Travel Agency che trovate praticamente ovunque: vi consigliamo di fare una piccola indagine per comparare i prezzi. Noi abbiamo speso circa 13 euro a persona.

Escursioni nel Delta del Mekong di un giorno

Non è una visita a Ho Chi Minh City senza una gita sul delta del Mekong. Così dicono. In città troverete centinaia di tour organizzati che partono all’alba dalla città per raggiungere le più vicine Ben Tre e My Tho ed esplorare la foce di uno dei più grandi fiumi dell’Asia. La nostra opinione riguardo a questi tour può risultare controcorrente, ma come sempre non ci risparmiamo. Abbiamo evitato questo tour, ormai decisamente inflazionato e per nulla autentico, come si propone di essere. Così come in altri paesi del sud-est asiatico (ad esempio in Thailandia) questi tour in giornata si trasformano in vere e proprie turistate, visite mordi e fuggi, al quale si è più esposti ai venditori di souvenir che ai posti che si dovrebbero visitare. In questo modo si perde la vera essenza del posto e noi, dopo essere rimasti delusi in passato, ci siamo ripromessi di non cascarci più.

Se davvero volete visitare il delta del Mekong e provare a conoscere le popolazioni che abitano questa zona nonché la vera atmosfera del delta, caratterizzata da ritmi lenti e vita tranquilla, prendetevi del tempo, almeno due giorni, e visitate Can Tho, Sa Dec o Vinh Long.

Bere un buon caffè e osservare il traffico

In ogni angolo di Ho Chi Minh è possibile trovare una caffetteria. Che si tratti di locali spartani frequentati perlopiù da pensionati o caffetterie chic e alla moda prese d’assalto dai giovani vietnamiti, tutte si riconosceranno da un particolare: le sedioline davanti ai loro ingressi con vista su strada..la vera cifra del Vietnam. Anche se non siete amanti della bevanda non perdetevi per nulla al mondo un assaggio dell’eccellente caffè vietnamita, in quale forma stabilitelo voi. E non dimenticatevi di inserirlo a budget: siamo sicuri che sorseggiare un buon caffè osservando il traffico delle strade del Vietnam diventerà una vera e propria abitudine..non dite che non vi abbiamo avvisato!! 

Soprattutto nei distretti centrali sono molto diffuse anche le caffetterie-giardino: l’atmosfera creata da stagni con le carpe, cascate artificiali e piante e fiori di ogni tipo saranno un vero toccasana per rilassarsi e isolarsi per un istante dal caos cittadino.

Bene, questi sono i nostri consigli per organizzare al meglio il vostro viaggio a Ho Chi Minh City. Nei prossimi articoli trovate tanti consigli di viaggio legati al Vietnam e a tutte le località che abbiamo visitato durante i nostri 45 giorni di viaggio: in questo modo speriamo di esservi utili nell’organizzare al meglio le vostre idee e rendere questo viaggio perfetta per voi. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Se non l’avete ancora fatto, vi invitiamo a seguire le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungerci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *