HAT YAI: guida completa

Hat Yai è stata l’ultima tappa del nostro viaggio nel sud della Thailandia. Più grande e vivace di Trang, Hat Yai è una città vivace, piena di vita, di ristoranti e di mercati! Se volete respirare la vera atmosfera delle città thailandesi Hat Yai è il posto giusto per voi. Ecco tutti i nostri consigli per includere questa città nel vostro prossimo itinerario in Thailandia!

Se viaggiate in Thailandia in autonomia vi consigliamo di utilizzare l’applicazione 12GoAsia per gestire i vostri spostamenti, un servizio efficiente e affidabile. Vediamo ora nel dettaglio quali sono le opzioni disponibili:

  • Con il treno: treni rapidi ed espressi partono dalla stazione centrale di Bangkok tutti i giorni. Il viaggio dura 14 ore e il costo del biglietto è di circa 8 dollari.
  • Con l’autobus: bus con l’aria condizionata partono tutti i giorni dalla capitale dalla stazione dei bus. Il viaggio dura 12 ore. Ci sono, inoltre, numerosi pullman e minivan che collegano la città con le altre maggiori destinazioni del sud della Thailandia, come Krabi, Surat ThaniKoh LantaHat Chao MaiPak Meng e Sikao. Se vi trovate già nel sud della Thailandia è la soluzione che vi consigliamo.
  • Con l’aereo: la città di Hat Yai è dotata di aeroporto, collegato tramite voli giornalieri a Bangkok e ai grandi centri thailandesi.

Consigliamo caldamente di avere un proprio mezzo per essere autonomi negli spostamenti e poter esplorare la città e i suoi dintorni in libertà: troverete molte attività di noleggio scooter e con pochi euro al giorno potrete muovervi senza vincoli ed esplorare anche zone meno conosciute. Molte strutture ricettive affiancano ai loro servizi il noleggio degli scooter. Le tariffe mediamente vanno dai 7/8 euro al giorno per modelli come Vario e Honda Click, fino a 10/12 euro al giorno per modelli leggermente più potenti, come NMAX e PCX. Controllate sempre le condizioni del vostro mezzo al momento del noleggio ed evitate di lasciare il vostro passaporto come deposito (non si sa mai!): in alternativa vi verrà richiesto un deposito in contanti che varia dai 3000 ai 5000 baht, circa 130 euro massimo, che vi sarà restituito a fine noleggio. Noi ci siamo affidati a Marquil Motorbike Rental per il noleggio dello scooter, un’attività che si trova di fronte alla stazione dei pullman: prezzo onesto e proprietario cortese e disponibile. Contattatelo tramite whatsapp e poi raggiungetelo in negozio per scegliere il mezzo che preferite.

In alternativa potrete contare sulle app Bolt e Grab, molto comuni e operative in Thailandia.

Come sempre in Thailandia, anche ad Hat Yai troverete diverse strutture ricettive adatte a tutte le fasce di prezzo e a tutte le necessità, dagli ostelli agli hotel veri e propri. Noi per la scelta della struttura ci siamo affidati a Booking, dove si ha la possibilità di vedere foto, leggere recensioni da parte degli ospiti, selezionare una zona preferita, utilizzare filtri in base alle proprie necessità.

Abbiamo soggiornato al Get Guesthouse, nel cuore di Chinatown e lo consigliamo vivamente! Abbiamo pagato 22 euro a notte in due e ci siamo trovati molto bene: una camera semplice, pulita, con un letto fantastico e il servizio di noleggio motorini, in una zona tranquilla e silenziosa.

Se decidete di trascorrere qualche giorno ad Hat Yai non ne rimarrete delusi: abbiamo trovato diverse cose da fare e da vedere, alcune che rappresentano un pò la cifra delle città thailandesi, più o meno turistiche, come templi tradizionali e parchi; altre totalmente inedite e davvero suggestive. Ecco ciò che secondo noi non dovete perdervi.

  • Phra Maha Chedi Tripob Trimongkol: non aspettatevi il solito tempio, ne rimarrete stupiti e affascinati. Situato sulla collina appena fuori città, questo tempio ha una particolarità che in tutti i nostri viaggi non avevamo mai riscontrato: è interamente fatto di acciaio inossidabile. I dettagli sono tanti e bellissimi, l’atmosfera è magica. Il vero valore aggiunto sarà dato dal fatto che molto probabilmente avrete la possibilità di visitare questi posti da soli, respirando appieno l’anima del posto. L’ingresso è gratuito.
  • Wat Hat Yai Nai: questo tempio è il piu antico della città. La prerogativa principale è il Buddha sdraiato, che misura 35 metri di lunghezza, 15 metri di altezza e 10 metri di larghezza, uno dei più grandi in Thailandia. Non aspettatevi le dimensioni e lo sfarzo di quello di Bangkok, all’interno del Wat Pho: le condizioni di questo Buddha non sono delle migliori non trovandosi purtroppo in una posizione così riparata..ma se siete in città vale una pena farci una visita.
  • Chinatown: anche se ci troviamo in Thailandia, ad Hat Yai è presente una folta e attiva comunità cinese. Una visita al quartiere è d’obbligo non tanto per delle attrazioni in particolare (anche se troverete un tempio molto bello) ma per respirarne l’aria, l’atmosfera vivace, i mercati, il cibo, le persone. Chinatown è sempre un’esperienza e l’opportunità di vedere qualcosa di diverso da ciò che rappresenta la nostra abitudine, la nostra comfort zone. Non perdetevela.
  • Hat Yai Municipal Park: sembrerà assurdo ma dopo due mesi in Thailandia e diverse città visitate abbiamo capito che la vita all’aria aperta e l’attività fisica sono molto importanti per il popolo thai. Ogni città, infatti, possiede uno o più parchi molto frequentati dalla popolazione locale, attrezzati con giochi per bambini ma anche per consentire l’attività fisica all’aperto per gli adulti. Il parco municipale di Hat Yai è un grande parco ricreativo e un’attrazione turistica, situato sulla collina a pochi passi dal centro città. Una delle attrazioni principali del parco è senza dubbio il Phra Buddha Mongkol Maharaj, un’imponente statua circondata da piccoli tempietti. Da questo punto è possibile godere di un bellissimo panorama sull’intera città. Il complesso è grande e le attività che si possono fare sono molteplici. Ve lo consigliamo per una bella passeggiata nel verde, un pomeriggio di calma e relax.
  • Klong Hae Floating Market: il mercato galleggiante di Khlong Hae è considerato il primo e unico mercato galleggiante della Thailandia meridionale. I commercianti indossano costumi retrò thailandesi e troverete molta scelta, dalla cucina locale, thailandese a quella musulmana. Un’altra particolarità di questo mercato è l’utilizzo di contenitori ecologici per il cibo, come gusci di cocco, tubi di bambù e vasi di terra piuttosto che contenitori di plastica, di cui purtroppo si abusa in cogestì come questo. Questo mercato galleggiante è considerato unico rispetto ai mercati di altre regioni della Thailandia, perchè qui sono presenti diverse culture, thailandesi buddisti e musulmani. Il mercato è attivo dal venerdì alla domenica, compresi i giorni festivi, dalle 13.00 alle 21.00 circa.

Dai mercati cittadini, a piccoli chioschi disseminati lungo le strade fino a ristoranti internazionali, anche ad Hat Yai l’offerta gastronomica non delude e accontenta tutti i palati..non vi resta che sperimentare!

Sulla base della nostra esperienza vogliamo consigliarvi alcune soluzioni molto diverse tra loro, per cercare di assecondare le voglie e i gusti di tutti:

  • KIM YONG MARKET: per gli amanti dello streetfood thai e dei mercati locali consigliamo il Kim Yong Market. Situato nel cuore di Hat Yai, come tutti i mercati cittadini rappresenta un angolo di autentica vita locale. Vi consigliamo questo posto ma in città rimarrete sconvolti dai tantissimi baracchini sparsi a bordo strada in cui potrete provare tantissime prelibatezze, dolci e salate. Lasciatevi guidare dal vostro intuito e dalla vostra fame..ad Hat Yai ce n’è davvero per tutti i gusti.
  • WOORI, Korean Restaurant and Cafe: se come noi siete amanti della cucina coreana, non perdetevi questo posto, magari per un pranzo veloce durante la visita della città. Consigliatissimi i kimbap!
  • TANJI Ramen: a un ramen non si dice mai di no! Questo ichiran serve ottimi ramen 24 ore su 24 a prezzi ottimi. Per un breve salto dal paese dei sorrisi alla terra del Sol Levante segnatevi questo posto.
  • I‘M BURGER: chiudiamo in bellezza, dopo tanta cucina asiatica, con un un comfort food occidentale. Non il classico fast food, ottimi panini accompagnati da chips di patate, buon prezzo, servizio giovanile e cordiale.

Bene, questi sono tutti i consigli che vi servono per organizzare il vostro soggiorno ad Hat Yai, una piccola Bangkok nel sud della Thailandia, lontani dalle rotte turistiche. Negli altri articoli dedicati alla Thailandia parliamo delle spese principali da tenere in considerazione, qualche indicazione su come comportarsi in Thailandia e tanti consigli di viaggio riguardanti tutti i posti che abbiamo visitato (per il momento!) nel paese del sorriso. In questo modo speriamo di esservi utili nell’organizzare al meglio le vostre idee e rendere questa vacanza perfetta per voi. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Se non l’avete ancora fatto, vi invitiamo a seguire le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungerci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *