CRACOVIA: cosa sapere prima di partire

Una piccola sorpresa in terra polacca, Cracovia ci ha stupiti per tanti aspetti: città vivibilissima, a misura d’uomo, con molta storia. Capitale della Polonia per circa 600 anni, teatro di alcuni dei più importanti avvenimenti del secolo scorso, oggi è uno dei centri culturali più floridi dell’Europa dell’Est, attirando ogni anno fino a 200.000 studenti da tutto il continente. Di conseguenza l’atmosfera in città è viva e frizzante: troverete un’offerta gastronomica varia e interessante, adatta a tutte le tasche, servizi efficienti e tante cose da fare e da vedere. Ma andiamo per ordine e occupiamoci degli aspetti più pratici dell’organizzazione del viaggio: tutto ciò che è importante sapere prima di partire..andiamo!

QUALCHE INFORMAZIONE GENERALE

Documenti necessari: per i cittadini italiani è sufficiente la carta d’identità in corso di validità oppure il passaporto.

Lingua: la lingua principale è il polacco ma, essendo cittadina universitaria, l’inglese è molto utilizzato.

Clima: caratterizzato da inverni molto freddi e rigidi ed estati miti. I periodi migliori per visitare la città sono la primavera e l’autunno: il clima è moderato e non troppo ostile e non troverete il turismo massivo tipico dei mesi estivi.

Moneta locale: nonostante appartenga all’Unione Europea, la Polonia conserva la sua moneta, lo zloty (1 zloty=0,22 euro). Troverete tantissimi uffici di cambio, la cui insegna esterna è Kantor, sparsi per la città. Evitate se potete quelli che si trovano nelle immediate vicinanze della Rynek Główny, e i banchetti in aeroporto, spesso con cambi non molto favorevoli. In alternativa sappiate che nella maggior parte dei negozi, bar, ristoranti e persino sui i mezzi pubblici si può pagare con carta di credito.

COME ARRIVARE A CRACOVIA

Ci sono diverse compagnie low cost (Ryanair, Easyjet) che operano da diversi aeroporti italiani (Roma, Milano, Torino, Venezia, Pisa, Cagliari, Bari) su Cracovia.

L’aeroporto Papa Giovanni Paolo II si trova a circa 12 km dalla città e una volta atterrati in terra polacca, raggiungere il centro città non sarà complicato. Ecco le due alternative che vi consigliamo:

  • Il treno che parte dall’aeroporto si chiama SKA1, funziona dalle 4 alle 23 dal lunedì alla domenica (per la tabella degli orari cliccate qui). Il biglietto costa 17 zloty (3,80 euro) e in circa 20 minuti raggiungerete la stazione centrale di Cracovia (fermata KRAKÓW GŁÓWNY), ideale se il vostro hotel si trova in centro. Agli arrivi in aeroporto la stazione dei treni è ben segnalata e raggiungerla sarà molto facile e intuitivo. I treni sono molto moderni, dotati di aria condizionata, prese di corrente per ricarica, WiFi; dispongono, inoltre, di spazi per passeggeri disabili e persone a mobilità ridotta (PRM). Potete acquistare i biglietti presso il distributore automatico nel terminal passeggeri (livello 0); presso la biglietteria automatica alla stazione ferroviaria o direttamente a bordo dal capotreno (consentito in tutti i casi il pagamento in contanti o con carta di credito/debito).
  • Il servizio di trasporto privato Uber o Bolt (versione ancora più economica di Uber): per raggiungere il centro la tariffa media è di 13 euro. In questo caso è necessario prenotare la corsa utilizzando l’app dedicata. In alternativa troverete i classici taxi, la cui tariffa media per il centro storico è di circa 22 euro.

QUANTO TEMPO STARE A CRACOVIA

Ecco la classica domanda da un milione di dollari: quanti giorni occorrono per visitare Cracovia? La risposta è sempre una: dipende. Dipende dai giorni che si hanno a disposizione, dal budget, dall’operativo dei voli. In generale consigliamo 4 giorni per avere la tranquillità di visitare ciò che si vuole, ma anche viversi la città con più tranquillità. Meno giorni significa fare delle scelte su cosa visitare, o visite più superficiali e sbrigative. Non un granché se ci pensate. Parleremo in modo approfondito della visita al campo di concentramento Auschwitz-Birkenau, ma per ora vi anticipiamo che è necessario considerare una giornata intera per questa escursione.

DOVE DORMIRE

Tutta la zona del centro città, per intenderci tutti gli alberghi o appartamenti che si trovano all’interno del Planty, il parco ad anello che sorge al posto delle vecchie mura della città, sono ottimi per visitare le attrazioni principali a piedi. Anche la zona vicina al Castello di Wawel è ottima per alloggiare. Considerate che Cracovia è una città che potete tranquillamente visitare a piedi, per cui non troverete tanta distanza tar un posto e l’altro. Un’ultima zona che ci sentiamo di consigliare è Kazimierz, il quartiere ebraico. A circa 10 minuti a piedi dal Castello e a poco più di un quarto d’ora dalla Main Square, questo quartiere è pieno di attrazioni storiche di giorno e molto vivo e frizzante la sera. Troverete molti locali e ristoranti per tutte le tasche, ma soprattutto Plac Nowy, la famosa piazza in cui assaggiare la Zapiekanki, lo streetfood più famoso di Cracovia.

COME MUOVERSI IN CITTA’

Cracovia è una città piccola ed è in larga misura visitabile a piedi, soprattutto se si alloggia in una delle opzioni che vi abbiamo consigliato.

In alternativa la rete di mezzi pubblici è efficiente ed economica. Tram e pullman sono attivi dalle 4:30/5.00 fino alle 23:00, con una frequenza che va dai 5 ai 20 minuti. Se vi capiterà di utilizzarli potrete acquistare i biglietti direttamente alla fermata, sempre dotata di macchinetta automatica, con possibilità di pagamenti in contanti o tramite carta di debito/credito, oppure chiedendo direttamente all’autista. Il costo del biglietto varia a seconda della durata del tragitto: 20 minuti per 4zl (0,90 euro), 60 minuti per 6zl (1,30 euro), 90 minuti per 4zl (1,80 euro).

Una scelta possibile e totalmente green sono le bici e i monopattini elettrici, davvero numerosi in città. Le grandi aree verdi e pedonali agevolano l’utilizzo di questi mezzi che in effetti va per la maggiore, soprattutto tra i più giovani ma non solo.

Infine, per spostamenti un pò più comodi considerate il servizio taxi che in città offre tariffe abbordabili, oppure gli equivalenti Uber e Bolt.

LA CUCINA POLACCA

Da buoni italiani non avevamo grandi aspettative sulla cucina polacca, invece ne siamo rimasti piacevolmente colpiti. Innanzitutto un’informazione sull’offerta gastronomica a Cracovia: varia, economica, interessante, moderna. Tante soluzioni diverse e interessanti, dal tradizionale al vegetariano fino alla pizza e allo streetfood locale: kebab e zapiekanki. Non siate timidi e sperimentate la cucina locale, biglietto da visita di ogni paese del mondo. Ecco i piatti che ci hanno convinto di più:

  • Zurek: una minestra di farina di segale fermentata (zakwas), con salsiccia, uova sode e verdure, servita all’interno di un’enorme pagnotta di pane;
  • Placki ziemniaczane: pancake di patate perfetti con una gustosa crema di funghi;
  • Goulash: classico della cucina dell’est Europa, è uno stufato con carne di maiale e cipolla, spesso guarnito con patate;
  • Pierogi: una vera scoperta! Sono una tipologia di pasta ripiena tipica della cucina polacca, molto simile ai ravioli, farciti in una moltitudine di modi. I migliori che abbiamo assaggiato erano ripieni di carne, ma anche le varianti formaggio e patate o con crema di funghi ci hanno decisamente convinto!
  • Zapiekanka: lo streetfood per eccellenza a Cracovia. Una classica zapiekanka è costituita dalla metà di una baguette tagliata longitudinalmente. I polacchi in cucina sono molto generosi, pensate che la sua lunghezza può arrivare fino a 50 centimetri! La base del panino prevede funghi bianchi trifolati, formaggio e come decorazione ketchup, ma in realtà le varianti sono numerose e accattivanti. Inserite nel vostro itinerario una visita, meglio nel pomeriggio/sera a Plac Nowy, una piazza nel quartiere ebraico che una volta ospitava il vecchio macello: oggi quella struttura ospita tante piccole attività che servono unicamente Zapiekanka in tutte le sue forme e varianti. Accompagnata da una buona birra locale è l’ideale per una serata in pieno stile polacco!
  • Pączki: dolcetti tipici della cucina polacca. Simili ai krapfen, presentano un ripieno dolce che può contenere della marmellata di frutta, crema bavarese o confettura di rose.

Bene! Questi sono i primi consigli utili da sapere per organizzare al meglio un viaggio a Cracovia. Nei prossimi articoli vi racconteremo nel dettaglio tutti i posti che abbiamo visitato, dal centro città al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Seguite le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale Youtube Fai buon viaggio e raggiungeteci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *