BALI: cosa devi sapere prima di partire

Bali è un’isola bellissima, un mix perfetto di divertimento, spiritualità e natura. Ma non è tutto oro ciò che luccica. Negli ultimi anni è diventata una delle mete più gettonate e turistiche al mondo, attirando ogni anno milioni di persone, e tutto questo ha ovviamente inciso sulla qualità della vita sull’isola. Quando abbiamo deciso di stravolgere le nostre vite e partire per il nostro viaggio, non abbiamo avuto dubbi, la prima meta sarebbe stata Bali. Una prima vacanza nel 2019 ci aveva lasciato delle bellissime sensazioni e dopo gli anni del covid era proprio da lì che volevamo ripartire. Abbiamo trascorso quattro mesi sull’isola ed è stata proprio la “terapia” che ci serviva. In questo articolo e nell’intera sezione del blog vogliamo condividere e raccontarvi tutto quello che abbiamo imparato vivendo sull’isola, per permettervi di organizzare al meglio il vostro viaggio. Come detto all’inizio non sarà tutto oro, ma tutte le informazioni che troverete sono frutto di mesi di esperienza, riflessioni, fregature e piacevoli scoperte. Nonostante Bali abbia perso quell’aura di tanti anni fa è ancora un posto che sa regalare emozioni e sensazioni uniche..per noi un viaggio qui vale sempre la pena.

Ma ora occupiamoci delle cose pratiche, prima di perderci in voli pindarici e ricordi di posti speciali. E’ possibile reperire tantissime informazioni su Bali ed è facile organizzare il viaggio in autonomia, costruito su misura rispetto alle vostre esigenze. Questo è un primo passo importante: riceviamo tantissime domande sui nostri social e sul canale YouTube riguardo a itinerari e posti da visitare assolutamente. La verità è che non c’è una regola, né una to do list necessaria. Bali ha tantissimo da offrire: ce n’è per tutte le età, le tasche, le esigenze. L’importante sarà quindi capire cosa si cerca da quel viaggio, informarsi, pianificare e goderselo! 

Come tutte le cose partiamo dalle fondamenta, ovvero da tutte le informazioni che occorre sapere prima di raggiungere l’isola degli dei. Alcune potranno sembrare banali, ma nel corso dei nostri viaggi se c’è una cosa che abbiamo imparato è che nulla va dato per scontato, soprattutto ciò che riguarda l’aspetto burocratico o più prettamente pratico..quindi ecco tutte le cose da tenere a mente per affrontare un viaggio a Bali senza stress né problemi.

PASSAPORTO

Ovviamente è necessario il passaporto per raggiungere l’Indonesia, in corso di validità e durata residua di almeno sei mesi.

VISTO

In questo articolo analizzeremo solo il caso del visto turistico, anche detto VoA (visa on arrival). Questo visto ha durata massima trenta giorni a partire dalla data di ingresso nel paese ed è possibile rinnovarlo in loco per ulteriori trenta giorni, dopodiché sarà necessario lasciare l’Indonesia. Il costo del VoA è di 32 euro, pagabili anche in dollari o rupie. Se pagate in euro ricordatevi che non è possibile utilizzare le monete e quasi sicuramente vi daranno il resto in rupie, un buon modo per disporre già di un pò di moneta locale. Potete fare il visto direttamente in aeroporto, altrimenti da qualche mese è possibile applicare la procedura online, in questo caso potrete risparmiare un pò di coda all’immigrazione ( niente di drastico, tranquilli). Vi lasciamo il link per poter procedere online: https://molina.imigrasi.go.id

Per applicare il VoA è necessario essere in possesso di un biglietto di uscita dal paese entro 60 giorni dall’ingresso, questo passaggio è molto importante. Spesso lo richiedono non solo all’immigrazione, ma anche all’aeroporto di partenza.

GREENPASS

Da gennaio 2023 non è più necessario esibire il greenpass. Per rimanere aggiornati sulle procedura da seguire vi consigliamo di consultare il sito viaggiaresicuri.it

VACCINAZIONI

Non sono previste vaccinazioni obbligatorie. 

QUANDO ANDARE A BALI

Le stagioni in Indonesia sono due: la prima, quella secca, che va da aprile a settembre compreso, e quella delle piogge, da ottobre a marzo. Nonostante le differenze, la temperatura sull’isola è calda tutto l’anno, mediamente dai 24 ai 33 gradi. Questo significa che potrete visitarla in ogni mese dell’anno. Il rischio di viaggiare durante il periodo delle piogge è ovviamente quello di imbattervi in qualche precipitazione, che di norma sono intense, ma brevi. In questo caso la prima regola è avere sempre con sé un k-way!

PRESE ELETTRICHE

Buona notizia! Per ricaricare i vostri dispositivi elettronici non avrete bisogno di alcun adattatore.

PATENTE INTERNAZIONALE

Non è una vacanza a Bali senza noleggiare uno scooter, per due motivi: il primo, più pratico, è legato al traffico che troverete sull’isola. Non fatevi ingannare dalle distanze apparentemente brevi..in auto possono diventare davvero proibitive. Lo scooter vi permette di muovervi con più libertà e anche di uscire dalle classiche rotte turistiche e stupirvi di quanta bellezza troverete intorno a voi. Le attività di noleggio sono tantissime e le trovate sparse per tutta l’isola: mediamente un motorino costa dai 5 ai 9 euro al giorno, a seconda della cilindrata del mezzo che scegliete. Sarà difficile che vi richiedano la patente internazionale (di norma basta il passaporto), ma noi vi consigliamo comunque di farla: ha durata 3 anni (quindi la potrete usare anche in altri viaggi) e per una questione di sicurezza è meglio averla con voi. Considerate che è possibile richiederla in qualsiasi motorizzazione o scuola guida, costa circa 100 euro e in media è pronta in 3 settimane. Piccola nota ma davvero davvero importante: se non sapete guidare il motorino non usatelo! Bali non è il posto migliore per imparare ad usarlo, per cui preservate la vostra sicurezza e quella degli altri utilizzando altri mezzi.

POLIZZA SANITARIA

Assolutamente obbligatoria per ogni viaggio al di fuori dall’Europa. A meno che non visitiate zone remote dell’isola, state tranquilli perchè le località più frequentate dispongono di farmacie, cliniche, ospedali e guardie mediche h24. Il problema è che le spese per un eventuale cura di cui si necessiti possono essere davvero alte. Assicurarsi è il miglior modo per non rovinarsi la vacanza in caso di imprevisto. Trovate polizze di diverso prezzo e differenti coperture..l’importante è non dimenticarsi di farla!

MONETA LOCALE E PAGAMENTI ELETTRONICI

La moneta locale è la rupia indonesiana e il valore medio di cambio è circa 16000 rupie= 1 euro. Vi sconsigliamo di cambiare i soldi in Italia presso gli istituti bancari perchè le commissioni possono essere davvero alte; ci sono tantissimi sportelli di cambio sull’isola, potete arrivare con dei contanti e cambiare direttamente in quelli autorizzati, in genere vicino ai supermercati. Evitate se possibile gli sportelli di cambio un pò più “spartani”, e in qualsiasi caso controllate sempre per ultimi i soldi, attenzione a possibili tentativi di truffa!

E’ necessario disporre sempre di un pò di contante specialmente durante le escursioni o per pagare nei piccoli warung locali, per il resto le carte di debito/credito sono tranquillamente accettate, preferibilmente Visa. Ricordatevi che alcune transazioni potrebbero prevedere un sovrapprezzo del 2-3%. Verificate sempre prima della partenza che la vostra carta di debito sia idonea all’utilizzo all’estero, perchè potrebbe non esserlo. In alternativa una carta di credito va sempre bene. Se viaggiate spesso fuori dall’Italia e volete evitare grosse e ripetute commissioni vi consigliamo una carta prepagata: noi da un anno utilizziamo la carta Vivid che ci ha accompagnato durante i nostri viaggi in Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Korea, Singapore e Thailandia e non ci ha mai dato alcun problema. Si fa direttamente online, la carta viene spedita a domicilio in pochi giorni e l’applicazione è molto utile e intuitiva per una corretta gestione dei risparmi e per tenere sotto controllo le spese.

APP FONDAMENTALI

Ci sono due app che saranno utili durante il vostro soggiorno: Grab e Gojek. Sono due piattaforme multiservizio, una sorta di incrocio tra Just Eat e Uber: potrete ordinare del cibo delivery oppure richiedere un passaggio in auto o in motorino. Noi le abbiamo utilizzate per raggiungere delle località dell’isola un pò più distanti dal nostro alloggio, i prezzi sono abbordabili ed è un servizio efficiente e molto comune sull’isola e in generale nel sud est asiatico: infatti abbiamo trovato Gojek a Singapore e Grab in Thailandia (sappiamo esserci anche in Laos e Vietnam). L’unica nota da tenere a mente è che per utilizzare queste app è necessaria una sim locale, ma di questo ne parliamo nel prossimo punto.

SIM TELEFONICA

Ultimo consiglio per ora: per avere sempre traffico dati per la navigazione internet è opportuno l’acquisto di una sim locale. Potete trovarle direttamente in aeroporto (spesso sono leggermente più care ma parliamo sempre di un costo esiguo) oppure nei minimarket o negozietti di elettronica che trovate ovunque. In alternativa potete contare sulle reti wifi praticamente presenti in ogni locale e in tutte le strutture ricettive. Noi la consigliamo per chi vuole viversi una Bali un pò più on the road..in questo caso il navigatore sul telefono potrebbe essere molto utile!

Le compagnie consigliate sono la Telekomsel e XL Axiata

Bene, questi sono i primi consigli utili per organizzare al meglio il vostro viaggio a Bali..nei prossimi articoli parleremo delle spese principali da tenere in considerazione, cosa fare e cosa vedere su quest’isola che ha tanto, a volte troppo da offrire. In questo modo speriamo di esservi utili nell’organizzare al meglio le vostre idee e rendere questa vacanza perfetta per voi. Abbiamo viaggiato tanto e continueremo a farlo e il nostro scopo è diffondere informazioni reali e basate sulla nostra esperienza diretta, raccontando pro e contro dei paesi che abbiamo visitato e che ci hanno dato tanto, sia nel bene sia a volte nel male.

Se non l’avete ancora fatto, vi invitiamo a seguire le nostre avventure e i nostri video informativi sul canale YouTube Fai buon viaggio e raggiungerci sui nostri social, dove condividiamo la nostra quotidianità in giro per il mondo. In questo modo potrete vedere coi vostri occhi i posti che visitiamo e il nostro modo di viaggiare, e tutto ciò che a parole vogliamo raccontarvi anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *